Avvelenamento da candeggina negli animali domestici: cosa dovresti sapere

da | Set 27, 2019 | Pronto Soccorso | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso

Ingestione di Candeggina

Il cane o il gatto ha bevuto la candeggina, è velenosa?

La candeggina è velenosa per cani e gatti. Ma la questione in realtà è un po’ più complicata di così, perchè dipende come e quanta ne ha bevuta. In ogni caso, anche se ne ha bevuto poca candeggina prestare molta attenzione e parlarne con il veterinario. Intanto è necessario fare alcune piccole azioni di cui ne riparleremo fra poco. Se invece ne ha bevuta tanta o comunque in modalità concetrata ANDARE SUBITO DAL VETERINARIO. E’ DA CONSIDERARSI UN’EMERGENZA VETERINARIA

“Tutto dipende dal tipo di candeggina a cui l’animale è esposto”

La maggior parte dei casi di avvelenamento è provocata dalla candeggina di uso domestico. La sostanza è irritante ma non corrosiva. Ciò significa che a volte i sintomi possono essere trattati a casa ma è necessario sempre informare il proprio veterinario di fiducia e aggiornare la cartella clinica del proprio animale, tramite l’app gratuita.

candeggina-cane

ingestione da candeggina negli animali – stai attento /a quando pulisici casa

Avvelenamenti e pH della Candeggina

Gli avvelenamenti causati da candeggina ultra-concentrata possono essere molto gravi. La candeggina per uso domestico ha un livello di pH intorno a 11 mentre l’ultra-concentrato è generalmente più vicino a 12 o 12,5. Quest’ultima tipologia di candeggina è usato principalmente aziende multi servizi di pulizia e nelle fattorie. L’avvelenamento da candeggina provoca: gravi lesioni sulla pelle, lungo l’esofago e nello stomaco, che possono richiedere settimane o mesi per guarire.

Più la candeggina è diluita, meno è tossica

Anche la candeggina senza cloro può essere pericolosa perché contiene perossido di idrogeno. Questa sostanza può causare il vomito oltre all’irritazione dei tessuti. L’avvelenamento è una condizione medica importante di cui essere consapevoli e saper cosa fare è importante per risparmiare minuti preziosi. Generalmente una buona opzione è quella di recarsi ad un veterinario

gatto-spava-candeggia

il gatto può sbavare se ha ingerito la candeggina

In che modo gli animali domestici entrano nella candeggina?

Per la maggior parte dei casi, è esattamente come ti aspetteresti. Le persone stanno pulendo il pavimento e versano un po ‘di candeggina in un secchio, ti allontanano per un minuto e il tuo animale per puro caso o anche perchè attratto dall’odore (ad alcuni animale piace l’odore, o comunque rimangono ad annusare l’acqua con candeggina per diverso tempo) possano entrarci in contatto bevendo o rovesciando il secchio. In verità ci sono milioni di possibilità e probabilità che il tuo animale entri in contatto con la candeggina. Per questo motivo chiudi i detersivi in un armadietto o in un posto inaccessibile agli animali.

La gravità dell’avvelenamento dipende anche da quanto l’animale è esposto e cani e gatti (così come razze differenti) reagiranno in modo diverso al consumo della sostanza chimica.

Alcune razze di cani come i Pomerania alzano il naso alla candeggina dopo averlo assaggiato. I Labrador, tuttavia, potrebbero rovesciare l’intero secchio.” I gatti sono più simili ai Pomerania ma potrebbero sperimentare questo tipo di avvelenamento leccandosi le zampe in seguito all’aver camminato sul pavimento ancora bagnato con molta candeggina non diluita. Si consiglia sempre di utilizzare prodotti pet-friendly – non dannosi per gli animali – come prodotti sostitutivi.

Quali sono i segni e i sintomi dell’avvelenamento da candeggina?

La candeggina ultra-concentrata causa ustioni e lesioni chimiche sia internamente che esternamente. La candeggina generalmente provoca vomito e, se ha un’alta concentrazione, potrebbe anche apparirvi del sangue. Per la maggior parte dei casi che coinvolgono la candeggina domestica non diluita in acqua, i sintomi iniziano in pochi minuti.

Questi includono

  • sbavature pesanti (specialmente nei gatti), a
  • arrossamenti
  • irritazioni sulla pelle e dentro e intorno alla bocca.
  • batte la bocca
  • agisce in modo anormale.
  • vomito

Come viene trattato l’avvelenamento da candeggina?

I casi che coinvolgono candeggina ultra-concentrata sono emergenze. Se si ritiene che l’animale domestico abbia consumato, che sia stato esposto topicamente a candeggina concentrata o abbia potenzialmente ricevuto qualsiasi tipo di candeggina negli occhi, si consiglia di consultare immediatamente un veterinario.

L’esposizione a candeggina diluita per uso domestico e a candeggina sicura per i colori a volte può essere trattata a casa. Se l’irritazione è limitata alla pelle, si consiglia di fare al cane un lungo bagno con molta acqua e con un po’ di shampoo per cani o sapone per piatti delicato. Gli animali che hanno ingerito una piccola quantità di candeggina vomiteranno alcune volte, e poi torneranno alla normalità.

Se il cane o gatto ha bevuto della candeggina e sta sbavando senza vomitare, è opportuno incoraggiarlo a bere per sciacquare via la candeggina che è ancora in contatto con il rivestimento del suo tratto gastrointestinale e per allungare ancora di più il rapporto acqua-candeggina. Questo è più facile per i cani, che di solito mangiano e bevono qualsiasi cosa gli si metta di fronte, più difficile è per i gatti. Suggeriamo di usare un po’ di acqua con olio della scatoletta di tonno con piccoli pezzettini di pesce per insaporire l’acqua e invogliarlo a bere. Anche dare al cane o gatto una piccola ciotola di latte può incoraggiarlo a bere e può aiutare a neutralizzare la candeggina ancora presente.

Per la maggior parte di questi casi, i sintomi dovrebbero diminuire in 30-45 minuti dopo il trattamento. In caso contrario, è meglio consultare il veterinario in grado di valutare le condizioni del proprio animale e, se necessario, prescrivere farmaci per alleviare il disagio e aiutare il rivestimento del tratto gastrointestinale a guarire.

Come si può prevenire l’avvelenamento da candeggina?

Si consiglia di tenere la candeggina lontano dagli animali domestici. Quando non in uso, la candeggina deve essere sempre conservata in un luogo non raggiungibile dal cane o dal gatto. Mentre pulisci, dovresti mettere il tuo animale in un’altra stanza e fare tutto il possibile per rendere la candeggina totalmente inaccessibile.

Lascia giocare i tuoi animali con alcuni dei loro giocattoli preferiti per tenerli occupati mentre pulisci casa. Non sai mai cosa può succedere se li lasci incustoditi, esattamente come ai bambini.

CARTELLA CLINICA
VETERINARIA

Tenere sotto controllo la salute del tuo animale non dovrebbe essere complicato. 

Sii un padrone diligente e scarica l’app gratuitamente