Terza Palpebra nel gatto: cos’è, sintomi, diagnosi, prevenzione e cura

Ott 19, 2023 | Gatto, Malattie

Più risultati...

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Post Type Selectors
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

Cos’è la terza palpebra

La terza palpebra, o membrana nittitante, rappresenta una componente cruciale dell’occhio del gatto, svolgendo funzioni protettive e contribuendo alla salute oculare generale. Questa struttura, spesso misconosciuta, può indicare vari stati di salute quando diventa visibile o si infiamma. Comprendere le cause, i sintomi, e le opzioni di cura e prevenzione è fondamentale per mantenere il benessere dei gatti. Per monitorare e gestire la salute oculare del tuo gatto, DoctorVet offre una cartella clinica veterinaria gratuita accessibile su https://my.doctorvet.it. Questo strumento permette di salvare note dettagliate, aggiungere promemoria, e caricare informazioni e file importanti, assicurando che la salute del tuo animale sia sempre sotto controllo.

La membrana nittitante

La membrana nittitante, comunemente definita come terza palpebra, agisce come uno scudo protettivo per l’occhio, rimuovendo detriti e distribuendo il film lacrimale sulla superficie oculare. Questa “doppia palpebra” è dotata di una ghiandola lacrimale che contribuisce significativamente alla produzione di lacrime, essenziali per mantenere l’occhio umido e sano.

Doppia palpebra

Il termine “doppia palpebra” può trarre in inganno, poiché suggerisce una duplicazione delle palpebre superiori e inferiori. Tuttavia, in contesto veterinario, si riferisce alla presenza della terza palpebra, elemento aggiuntivo di protezione e nutrimento per l’occhio del gatto.

Terza palpebra

La visibilità della terza palpebra può essere un segnale di allarme per diverse condizioni, da lievi a gravi. Problemi come il prolasso della terza palpebra, la terza palpebra infiammata, o la semplice visibilità della membrana nittitante richiedono attenzione per identificare la causa sottostante e intervenire con un trattamento adeguato.

 

cause e sintomi terza palpebra nel gatto

La terza palpebra è visibile in molti animali ma è la sua infiammazione a preoccuparci.

Perché terza palpebra è visibile in alcuni animali?

La terza palpebra nel cane come nel gatto di solito è nascosta, quando diventa visibile è perché si è in presenza di una possibile patologia del bulbo oculare come ad esempio l’occhio a ciliegia o la congiuntivite ed è bene intervenire subito. Questo perché di solito queste patologie sono molto fastidiose e quindi bisogna cercare di dare sollievo all’animale eliminando almeno il dolore. Se noti che il tuo gatto mostra la terza palpebra intervieni subito portandoli da un veterinario per determinare le cause dell’infiammazione e dargli un pò di sollievo attraverso un trattamento mirato.

 

doctorvet-cartella-clinica-veterinaria-gratuita

 CARTELLA CLINICA VETERINARIA

La cartella clinica consente di registrare e aggiornare informazioni importanti sulla salute del proprio animale, tra cui vaccinazioni, trattamenti periodici, diagnosi, prescrizioni, esami, referti e note cliniche. Attiva i promemoria per una gestione più facile ed efficace

 Il veterinario può aggiornare la cartella clinica con nuove informazioni, prescrizioni o terapie, analisi, esami e referrti,  consentendo una migliore gestione della salute dell’animale, anche tramite i pratici promemoria.

Scopri My.Doctorvet

La terza palpebra nei gatti può diventare visibile o infiammarsi per vari motivi, tra cui infezioni, traumi, prolasso della ghiandola lacrimale, o condizioni sistemiche come la disidratazione o malattie virali. Alcune cause sono relativamente semplici da trattare, mentre altre possono indicare problemi di salute più gravi. La comprensione della causa sottostante è cruciale per determinare il trattamento più efficace e prevenire ulteriori complicazioni.

I sintomi associati a problemi della terza palpebra includono visibilità aumentata della membrana, arrossamento, gonfiore, e possibile secrezione dall’occhio. I gatti possono mostrare segni di disagio come sfregamento dell’occhio contro superfici o chiusura frequente dell’occhio. Questi sintomi possono variare in gravità e richiedono un’attenzione veterinaria per valutare la causa e il trattamento adeguato.

Il trattamento dei problemi della terza palpebra dipende dalla causa sottostante. Le opzioni includono terapie mediche come colliri antibiotici o anti-infiammatori, e in casi più gravi, interventi chirurgici per correggere il prolasso della ghiandola o rimuovere corpi estranei o tumori. La cura tempestiva è essenziale per prevenire danni permanenti alla vista del gatto.

La prevenzione dei problemi alla terza palpebra si concentra sulla riduzione dei fattori di rischio come traumi e infezioni. Mantenere un ambiente sicuro per il gatto, garantire una dieta equilibrata e ricca di nutrienti, e sottoporre l’animale a controlli veterinari regolari può aiutare a mantenere la salute oculare e prevenire l’insorgenza di problemi alla terza palpebra.

Cause terza palpebra nel gatto

La comparsa di anomalie nella terza palpebra del gatto può essere attribuita a diverse cause, ognuna delle quali richiede un’attenzione specifica per garantire il benessere dell’animale. Comprendere queste cause è il primo passo per identificare il problema e cercare la soluzione più adeguata.

Congiuntivite

La congiuntivite, l’infiammazione della congiuntiva, è una delle cause più comuni di visibilità e infiammazione della terza palpebra nei gatti. Questa condizione può essere scatenata da allergie, infezioni batteriche o virali, o la presenza di corpi estranei nell’occhio. Una menzione a parte merita la congiuntivite del gatto, che può essere di tipo infiammatorio o infettiva, causata da altre malattie come la FIV che rendono visibile la terza palpebra provocando anche gonfiore, dolore, arrossamento e lacrimazione eccessiva. La congiuntivite nel gatto, generalmente, è un’infezione piuttosto comune che va però trattata tempestivamente per evitare che oltre all’infiammazione della terza palpebra possa portare conseguenze molto più gravi per l’animale.

Sindrome di Haws

La sindrome di Haws si manifesta con la protrusione bilaterale della terza palpebra, spesso senza una causa evidente. Sebbene possa sembrare allarmante, di solito è un segnale di un problema sottostante piuttosto che una condizione grave di per sé.

Sindrome di Horner

Questa sindrome neurologica causa una serie di sintomi oculari, inclusa la protrusione della terza palpebra, risultante da un danno al sistema nervoso simpatico. I sintomi possono includere anche ptosi (abbassamento della palpebra superiore) e miosi (restringimento della pupilla).

Disidratazione

La disidratazione può influenzare la salute oculare, portando alla visibilità della terza palpebra come sintomo di un problema di salute più ampio che richiede intervento.

Problemi generali all’occhio

Traumi, ferite, infezioni o la presenza di corpi estranei possono causare l’infiammazione o il prolasso della terza palpebra, richiedendo spesso un trattamento immediato per prevenire danni maggiori.

Soggetti anziani

Nei gatti più anziani, la visibilità della terza palpebra può essere un segno di declino generale della salute oculare o di altre condizioni legate all’età, come la riduzione della tensione oculare o problemi sistemici.

Ogni causa richiede un approccio diagnostico e terapeutico specifico, sottolineando l’importanza di una valutazione veterinaria accurata per determinare il trattamento più appropriato. Riassumendo, le principali cause dell’infiammazione della terza palpebra nel gatto dipendono da:

 Sintomi della terza palpebra

La comparsa di anomalie nella terza palpebra del gatto può essere attribuita a diverse cause, ognuna delle quali richiede un’attenzione specifica per garantire il benessere dell’animale. Comprendere queste cause è il primo passo per identificare il problema e cercare la soluzione più adeguata. La visibilità o l’infiammazione della terza palpebra nei gatti può essere accompagnata da una varietà di sintomi, che variano a seconda della causa sottostante. Riconoscere questi segnali è cruciale per garantire una diagnosi tempestiva e un trattamento efficace.

Ferite

Lesioni o traumi all’occhio possono causare la sporgenza o l’infiammazione della terza palpebra. I gatti che esplorano l’esterno o che sono coinvolti in lotte possono facilmente subire ferite oculari. Segni visibili includono arrossamento, gonfiore, o la presenza di ferite vicino all’occhio.

Neoplasie

Sebbene meno comuni, le neoplasie (tumori) possono influenzare la terza palpebra, causandone la protrusione o l’infiammazione. Questi casi richiedono un’attenzione veterinaria immediata per valutare la natura del tumore e determinare il corso d’azione più appropriato. Oltre a questi sintomi specifici, i proprietari di gatti possono notare altri segnali di disagio nei loro animali, come:

  • Strisciamento o sfregamento dell’occhio contro superfici
  • Aumento della lacrimazione o presenza di secrezioni oculari
  • Chiusura frequente dell’occhio o difficoltà a mantenerlo aperto
  • Cambiamenti nel comportamento, come irritabilità o meno interesse nel gioco

La presenza di uno o più di questi sintomi richiede una visita veterinaria per escludere condizioni gravi e per fornire al gatto il sollievo necessario. La tempestività nell’identificare e trattare i problemi della terza palpebra può fare la differenza nel preservare la salute oculare del tuo gatto.

CONSIGLI

  • Osservazione regolare: Controlla regolarmente gli occhi del tuo gatto per segni di arrossamento, gonfiore, o visibilità della terza palpebra.
  • Visite veterinarie periodiche: Porta il tuo gatto per controlli veterinari regolari, inclusi esami oculari approfonditi.
  • Igiene oculare: Mantieni pulita l’area intorno agli occhi del tuo gatto, utilizzando un panno morbido e umido per rimuovere eventuali secrezioni.
  • Dieta bilanciata: Offri al tuo gatto una dieta equilibrata arricchita con nutrienti essenziali per la salute degli occhi, come vitamina A e taurina.
  • Evitare l’automedicazione: Non usare farmaci o trattamenti senza la consulenza di un veterinario.
  • Protezione da parassiti: Mantieni aggiornato il trattamento antiparassitario del tuo gatto per prevenire infezioni che possono influenzare la salute degli occhi.
  • Acqua fresca disponibile: Assicurati che il tuo gatto abbia sempre accesso a acqua fresca per prevenire la disidratazione, che può influenzare la salute oculare.
  • Monitoraggio dopo traumi: Se il tuo gatto ha subito un trauma, anche se sembra minore, consulta un veterinario per un controllo, poiché potrebbero esserci danni non immediatamente visibili.
 

Diagnosi, esami e prognosi per la terza palpebra nel gatto

La diagnosi accurata dei problemi legati alla terza palpebra nei gatti è fondamentale per stabilire un piano di trattamento efficace. Quando un gatto presenta sintomi associati a questa struttura oculare, il veterinario procederà con un esame approfondito e, se necessario, con ulteriori test diagnostici.

Diagnosi

La valutazione inizierà con un esame fisico generale, seguito da un esame oftalmico dettagliato. Questo può includere l’osservazione della mobilità della terza palpebra, la verifica di eventuali lesioni o anomalie e l’ispezione per la presenza di corpi estranei.

Esami

Gli esami possono variare a seconda dei sintomi presentati e possono includere:

  • Test di Schirmer: per misurare la produzione di lacrime e valutare la funzione della ghiandola lacrimale associata alla terza palpebra.
  • Fluoresceina: un colorante usato per rilevare lesioni o ulcere sulla superficie dell’occhio.
  • Tonometria: per misurare la pressione intraoculare, utile per escludere il glaucoma.
  • Biopsia: in casi selezionati, specialmente se si sospetta la presenza di neoplasie.

Prognosi

La prognosi dipende dalla causa sottostante e dalla tempestività del trattamento. Molti problemi legati alla terza palpebra, come la congiuntivite o il prolasso, hanno un buon esito se trattati adeguatamente. Tuttavia, condizioni più gravi, come le neoplasie, richiedono un approccio diagnostico e terapeutico più complesso e possono avere una prognosi variabile. La chiave per una prognosi favorevole è la diagnosi precoce e l’intervento tempestivo. I proprietari di gatti dovrebbero cercare assistenza veterinaria non appena notano anomalie nella terza palpebra o altri segni di disagio oculare nei loro animali.

In questo senso di grande aiuto è la cartella clinica gratuita di DoctorVet (iscrizione qui) che avrà il compito di raccogliere tutti i risultati e organizzarli organicamente perché siano sempre a disposizione tua e dello specialista che hai scelto. Se poi il disturbo dovesse peggiorare sempre tramite l’app potrai contattarlo per una visita d’urgenza!

 

Cura e prevenzione della terza palpebra al gatto

Per sapere come trattare la protrusione della terza palpebra del gatto devi rivolgerti al veterinario che indagando le cause ti suggerirà la terapia migliore da sottoporgli. In generale possiamo dire che solitamente – a meno di patologie più gravi alla radice – si procede con la somministrazione di alcune gocce di collirio ogni giorno. L’operazione non sarà molto amata dal tuo gatto per cui ti consigliamo di farla poco prima di dargli da mangiare, in modo che il cibo venga percepito come una ricompensa per gli sforzi fatti.

Una volta stabilita la diagnosi dei problemi legati alla terza palpebra nel gatto, il passo successivo è determinare il trattamento più adeguato. La cura varierà in base alla causa sottostante e potrà includere sia terapie mediche che chirurgiche. Parallelamente, esistono strategie preventive che i proprietari possono adottare per salvaguardare la salute oculare dei loro gatti.

Terapie

  • Trattamenti medici: Per condizioni come la congiuntivite o la sindrome di Horner, il trattamento può includere l’uso di colliri antibiotici, anti-infiammatori o lubrificanti per alleviare i sintomi e trattare l’infezione o l’infiammazione.
  • Interventi chirurgici: In casi di prolasso della terza palpebra o di tumori, può essere necessario un intervento chirurgico per riposizionare la ghiandola o rimuovere la massa. La chirurgia mira a risolvere il problema alla base preservando, per quanto possibile, la funzionalità dell’occhio.

Prevenzione

Mentre alcune condizioni sono al di fuori del controllo dei proprietari, esistono misure preventive che possono ridurre il rischio di problemi alla terza palpebra:

  • Controlli veterinari regolari: Visite periodiche dal veterinario possono aiutare a identificare e trattare precocemente eventuali problemi oculari.
  • Protezione durante l’esplorazione esterna: Per i gatti che hanno accesso all’esterno, è importante monitorare il loro ambiente per minimizzare il rischio di traumi o lesioni agli occhi.
  • Igiene oculare: Mantenere pulita l’area intorno agli occhi del gatto può prevenire infezioni e accumulo di detriti che potrebbero irritare la terza palpebra.

 

la terza palpebra nel gatto visibile

Se la terza palpebra s’infiamma, si può pensare di intervenire chirurgicamente.

 

Costo operazione prolasso terza palpebra

In alcuni casi nel gatto si assiste ad un prolasso della terza palpebra che non può quindi più essere curata con il collirio ma che necessita di un intervento chirurgico urgente. L’operazione consiste nel reinserire la terza palpebra nel posto giusto ripristando lo status quo. Il costo dell’operazione del prolasso della terza palpebra si aggira intorno ai 300 e i 400€ e dura circa 20 minuti. Non è particolarmente pericolosa e si effettua sotto anestesia.

 

 

Alimentazione

L’alimentazione gioca un ruolo cruciale nel sostenere la salute e la prevenzione oculare dei gatti, inclusa la funzionalità ottimale della terza palpebra. Una dieta equilibrata, ricca di nutrienti specifici, può aiutare a prevenire problemi oculari e promuovere una visione sana.

Nutrienti essenziali per gli occhi del gatto

  • Vitamina A: Fondamentale per la salute della retina, la vitamina A supporta la visione notturna e contribuisce alla prevenzione della secchezza oculare. Alimenti come il fegato e alcuni tipi di pesce sono ricchi di vitamina A, ma è importante bilanciare l’apporto di questo nutriente per evitare l’ipervitaminosi A.
  • Taurina: Un aminoacido essenziale per i gatti, la taurina è cruciale per mantenere la salute degli occhi e prevenire problemi di vista. La carne e il pesce sono ottime fonti di taurina.
  • Acidi Grassi Omega-3: Noti per le loro proprietà anti-infiammatorie, gli Omega-3 possono aiutare a ridurre il rischio di malattie oculari. Alimenti come il salmone e altri pesci grassi sono ricchi di questi nutrienti benefici.

Implementazione nella dieta

Incorporare questi nutrienti nella dieta quotidiana del gatto può essere semplice scegliendo alimenti commerciali di alta qualità formulati specificamente per le esigenze nutrizionali feline. Per i gatti con esigenze dietetiche particolari o condizioni di salute specifiche, consultare un veterinario per raccomandazioni personalizzate può garantire che la dieta supporti al meglio la salute oculare e generale. L’attenzione alla qualità dell’alimentazione, unita a controlli veterinari regolari, rappresenta una strategia efficace per minimizzare il rischio di problemi alla terza palpebra e mantenere gli occhi del tuo gatto sani e funzionali.

Consigli del veterinario

La prevenzione e la cura tempestiva sono essenziali per mantenere la salute oculare dei gatti, specialmente quando si tratta di problemi relativi alla terza palpebra. Ecco alcuni consigli pratici dal veterinario per assicurare che il tuo amico felino mantenga una vista ottimale e per prevenire potenziali problemi oculari.

Osservazione attenta

I proprietari di gatti dovrebbero essere vigili e attenti ai segni che possono indicare problemi oculari, inclusa qualsiasi variazione nell’aspetto o nel comportamento relativo agli occhi del loro animale. La terza palpebra visibile, arrossamento, secrezioni, o il gatto che si strofina frequentemente gli occhi sono tutti segnali che richiedono un controllo veterinario. Un’osservazione attenta può aiutare a rilevare precocemente i problemi, aumentando le possibilità di un trattamento efficace e di una rapida guarigione.

Dieta e integrazione

Come già sottolineato, una dieta equilibrata arricchita con nutrienti essenziali per la salute degli occhi è fondamentale. In alcuni casi, il veterinario potrebbe raccomandare integratori specifici per supportare ulteriormente la salute oculare, soprattutto se il gatto presenta carenze nutrizionali o condizioni di salute che potrebbero influenzare la vista.

Controlli veterinari regolari

Infine, ma non meno importante, sono essenziali controlli veterinari regolari. Durante queste visite, il veterinario può eseguire esami oculari approfonditi per rilevare precocemente qualsiasi segno di problema oculare, inclusi quelli relativi alla terza palpebra. Questi controlli sono particolarmente cruciali per i gatti anziani o per quelli con condizioni di salute preesistenti che potrebbero influenzare la loro vista.

 

doctorvet-cartella-clinica-veterinaria-gratuita

 CARTELLA CLINICA VETERINARIA

La cartella clinica consente di registrare e aggiornare informazioni importanti sulla salute del proprio animale, tra cui vaccinazioni, trattamenti periodici, diagnosi, prescrizioni, esami, referti e note cliniche. Attiva i promemoria per una gestione più facile ed efficace

 Il veterinario può aggiornare la cartella clinica con nuove informazioni, prescrizioni o terapie, analisi, esami e referrti,  consentendo una migliore gestione della salute dell’animale, anche tramite i pratici promemoria.

Scopri My.Doctorvet

FAQ: Domande e risposte sulla terza palpebra del gatto

 

Quando preoccuparsi della terza palpebra?

Preoccuparsi della terza palpebra è opportuno quando diventa visibile senza motivo apparente, si infiamma, o si accompagna ad altri segni come arrossamento, secrezioni oculari, o cambiamenti nel comportamento del gatto. Questi sintomi possono indicare condizioni sottostanti che richiedono attenzione veterinaria.

Come curare la terza palpebra del gatto?

La cura dipende dalla causa sottostante. Trattamenti possono includere colliri antibiotici o anti-infiammatori per infezioni o infiammazioni, e in casi di prolasso, può essere necessario un intervento chirurgico per riposizionare la ghiandola. Consultare un veterinario per una diagnosi e un trattamento adeguati è fondamentale.

Quanto costa l’operazione per il prolasso della terza palpebra?

Il costo dell’operazione per il prolasso della terza palpebra varia in base alla località, alla clinica veterinaria, e alla complessità del caso. Generalmente, i costi possono variare da centinaia a circa mille euro. È consigliabile richiedere preventivi specifici al proprio veterinario.

Quanto costa l’operazione per il prolasso della terza palpebra?

Il costo dell’operazione per il prolasso della terza palpebra varia in base alla località, alla clinica veterinaria, e alla complessità del caso. Generalmente, i costi possono variare da centinaia a circa mille euro. È consigliabile richiedere preventivi specifici al proprio veterinario.

Cosa fare se il gatto ha la terza palpebra?

Se il gatto mostra la terza palpebra, è importante osservare altri sintomi e consultare un veterinario per un esame approfondito. Evitare l’automedicazione e seguire le indicazioni del professionista per il trattamento più appropriato.

Quanto tempo dura la terza palpebra gatto?

La durata della visibilità della terza palpebra dipende dalla causa sottostante. In alcuni casi, come la sindrome di Haws, può risolversi in poche settimane, mentre altre condizioni possono richiedere trattamenti specifici per un miglioramento. Consultare un veterinario per una stima accurata.

A cosa serve la terza palpebra?

La terza palpebra serve a proteggere l’occhio da detriti e infezioni, contribuendo alla produzione di lacrime. Questa struttura aiuta a mantenere la superficie oculare pulita e umida, svolgendo un ruolo importante nella salute oculare del gatto.

doctor vet cartella clinica veterinaria

  • Il team di Doctorvet scrive e approfondisce le tematiche più sensibili e più importanti per aiutare i padroni e i proprietari di animali ad affrontare, insieme al veterinario, gli eventuali problemi di salute dei nostri pet.
  • Tutti gli articoli di Doctorvet sono revisionati da medici veterinari per assicurare un’ altissima qualità delle informazioni e combattere la mala informazione online, soprattutto in ambito medico-veterinario. 

Team di DoctorVet

Condividi l'articolo su: