Come sono fatte le crocchette per cani

da | Ago 3, 2022 | Alimentazione, Cane | 2 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Post Type Selectors
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

Come sono fatte le crocchette per cani

Scegliere le crocchette per cani può non essere semplice e scontato, per via delle tante tipologie e delle molte marche disponibili oggi sul mercato. Prima di decidere quali acquistare devi tenere in considerazione alcuni elementi che riguardano il tuo cane: le sue condizioni di salute potrebbero influenzare il tipo di crocchette che dovresti acquistare, così come il suo peso, la sua età e a volte anche la razza.

Ma, anche avendo chiara la situazione del tuo amico a quattro zampe, potresti avvertire un po’ di confusione. In questo articolo troverai una breve guida alla scelta delle crocchette per cani, ma anche utili consigli per rendere più appetibile questo tipo di alimento che non sempre viene apprezzato dal cane.

Cosa sono le crocchette per cani e come sono fatte

Sul mercato sin dall’ottocento, le crocchette per cani sono un alimento completo ed equilibrato, igienico e pratico da usare. Formulate con ingredienti variabili, a seconda delle esigenze che un cane può avere, possono contenere sostanze d’origine animale o vegetale.

Vengono preparate per estrusione, attraverso un procedimento che non prevede l’interazione con mani umane. L’apposito macchinario mescola insieme tutti gli ingredienti, secondo proporzioni stabilite dalla singola ricetta.

La miscela così ottenuta viene cotta ad alta pressione, a temperature molto elevate, in modo da essiccare e da raggiungere la consistenza desiderata. Una volta asciutte, le crocchette vengono ricoperte con un liquido grasso che conferisce loro un odore e un sapore appetibile. Infine vengono messe a raffreddare in grossi serbatoi e poi inscatolate prima di essere immesse sul mercato.

Cosa contengono le crocchette

Tra gli ingredienti più comuni che le crocchette possono contenere vi sono, in primis, la carne oppure il pesce. È possibile trovare indicata sull’etichetta la tipologia di carne o pesce (coniglio, pollo, tacchino) oppure diciture quali:

  • farine di carne, ovvero sia un “prodotto ottenuto dal riscaldamento, dall’essiccamento e dalla macinazione della totalità o di parti di carcasse di animali terrestri a sangue caldo” (come stabilito dalla Legge);
  • farine di pesce, ottenute dalla lavorazione di pesci interi o di parti di esse;
  • carne e derivati, e dunque gli scarti di macellazione (comprese quelle parti come becchi e unghie, che non possono essere destinate al consumo umano);
  • idrolizzato di, ad indicare la carne e il pesce lavorati per non creare problemi di digestione o di allergie, ma privi anche della maggior parte delle sostanze nutritive;
  • proteina di, estratta dalle carcasse di pesci o vegetali;
  • cereali: il più utilizzato è il mais, ma è bene evitare di acquistare crocchette con elevate percentuali di cereali, in quanto il cane non si è evoluto per digerirli e potrebbero provocare obesità e problemi metabolici;
  • glutine di mais/frumento o farine di mais e frumento, fonte economica di proteine vegetali;
  • polpa di barbabietola, capace di prevenire la diarrea del cane indurendone le feci;
  • grassi o proteine idrolizzate: essendo pre-digerite, non causano allergie e intolleranze.

La presenza di alcuni ingredienti piuttosto che altri, possono variare in base alla tipologia, alla marca, e di conseguenza alla qualità, ma anche al tipo di utilizzatore finale. Qui un approfondimento su come leggere le etichette quando si acquista del cibo per cani.

Come scegliere le migliori crocchette per cani

Ma come scegliere le crocchette per cani migliori, dunque? La prima cosa da fare è consultare gli ingredienti che, sull’etichetta, vengono riportati in ordine decrescente: il primo ingrediente è quello contenuto nella percentuale maggiore. È preferibile optare per crocchette che abbiano al primo posto la carne oppure il pesce, proveniente da allevamento biologico, e che siano grain-free.

Un ottimo prodotto è la linea N&D di Farmina che, tra gli ingredienti, vanta la carne fresca e disossata di pollo, cinghiale, merluzzo o agnello (a seconda della ricetta). Anche Acana propone una linea di crocchette di qualità, con sola avena e con alte percentuali di proteine animali. Olistika Vet Line adotta invece un approccio olistico all’alimentazione, che va ad utilizzare una sola fonte proteica (pesce fresco e disidratato) e una fonte glucidica senza glutini allergizzanti e lieviti.

Le crocchette per cani migliori hanno infine conservanti naturali come l’acido ascorbico o i tocoferoli, derivati rispettivamente dalla vitamina C e dalla vitamina E. Se sei interessato ad avere maggiori informazioni su altre marche come Forza10, Monge, Almo Nature e Trainer, qui di seguito trovi un approfondimento su queste linee di crocchette per cani.

Come abituare il cane a mangiare le crocchette

Non tutti i cani accettano fin da subito le crocchette, principalmente per due motivi: essendo abitudinari, se hanno sempre mangiato cibo umido sarà complicato convincerli ad avvicinarsi al cibo secco. Inoltre, i produttori di cibo umido hanno creato formulazioni golose, di cui i quattro zampe non sanno fare a meno.

Come abituare il cane a mangiare le crocchette, dunque? Il consiglio è quello di introdurle gradualmente: non cambiare repentinamente la sua alimentazione, ma aggiungere un po’ per volta le crocchette alla ciotola del suo cibo umido diminuendo le quantità di quest’ultimo. Per il cane saranno una specie di “condimento”, si abituerà al loro sapore, e la quantità del cibo secco potrà poi essere gradualmente aumentata.

Un’alternativa consiste nello scaldare le crocchette per qualche secondo prima di metterle nella ciotola. Non solo in questo modo sprigioneranno un profumo allettante, ma le molecole di grasso saliranno sulla superficie delle crocchette raggiungendo una consistenza più simile a quella del cibo umido.

Infine, è bene puntare su crocchette per cani di elevata qualità: acquistando prodotti con alte percentuali di carne, il cane le mangerà molto più volentieri.

Come rendere appetibili le crocchette

Il cibo secco non deve necessariamente essere servito asciutto. Soprattutto quando devi abituare il tuo cane, puoi rendere appetibili le crocchette aggiungendo un po’ d’acqua calda. Non solo saranno più facili da consumare, ma l’acqua calda rende l’odore del cibo più gustoso per molti cani. Nel tempo, riduci lentamente la quantità di acqua aggiunta fino a quando il cane mangerà le crocchette secche da sole.

Come detto prima, un altro modo per rendere le crocchette più gustose è aggiungere una parte di cibo umido da mischiare con il secco, in modo che il gusto sia più appetibile e che il cane le mangi volentieri. È importante rispettare i gusti del nostro amico a quattro zampe.

Condividi l'articolo su:

CARTELlA CLINICA VETERINARIA

TIENI SOTTO COTROLLO LO STATO DI SALUTE DEL TUO ANIMALE CON  CON DOCTORVET. Ecco come funziona.

Una cartella clinica veterinaria facile da usare. Usala per monitorare lo stato di salute e mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

doctor vet cartella clinica veterinaria

2 Commenti

  1. Filippo

    Buongiorno, sto effettuando una ricerca per la mia tesi di laurea circa il consumo di Kiwi per i cani. Siete a conoscenza di qualche articolo scientifico che ne confermi i benefici? Grazie mille in anticipo!

    Rispondi
    • DoctorVet

      Ciao Filippo grazie per averci scritto.
      Purtroppo sul momento non ci sovvengono tesi o articoli scientifici su questo specifico aspetto.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.