È sicuro dare al cane le ossa da masticare?

da | Dic 17, 2018 | Alimentazione | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

Posso dare un osso al mio cane?

Ossi ai cani: darli o non darli? Se si, vanno tutti bene oppure è necessario imparare a distinguere quelli pericolosi da quelli innocui?
Sono domande che ci si fa spesso quando si ha un cane in casa che ci fissa se sgranocchiamo un osso di pollo o di stinco facendoci gli occhioni dolci.

Le ossa possono essere pericolose per i cani ma non bisogna essere proibizionisti senza ragionare: si può sempre fare un regalino all’amico a quattro zampe acquistando un osso di pelle di bue che potrà sgranocchiare in libertà e sicurezza.

Le ossa ai cani si possono dare da masticare solo in alcune varianti e, dato che in giro ce ne sono tante, è facile fare confusione. Ci sono quelle di pelle di manzo pressata, quelle in vero osso, magari con del buon prosciutto o ripieni di trippa. E’ normale, anzi, è sano che il cane voglia poterli mangiare e sta a noi scegliere le ossa che fanno bene allo stomaco del cane e alla sua igiene orale. E all’umore, vista la soddisfazione con cui di solito questi animali accolgono tra le fauci le ossa.

Ossa ai cani: crude o cotte?

Non bisogna dare ossa cotte ai cani. Questa dobbiamo prenderla come regola indiscutibile. Il processo di cottura rende le ossa difficili da digerire. Non solo, il pericolo non è solo quello di soffrire di pesantezza allo stomaco: dare ai cani ossa cotte può causare una occlusione intestinale, cosa ben più grave!

Oltre ad evitare quindi in toto quelle cotte, è bene togliersi dalla testa anche l’idea di dare a questi animali ossa non intere. Tagliate o rotte che siano, le ossa così sono pericolose per via delle schegge rilasciate, in grado di ferire l’animale o di soffocarlo.

Ossa ai cani cuccioli

Se le ossa ai cani vanno date in generale con prudenza, se si tratta di un cucciolo, la prudenza deve essere massima. Non bisogna lasciargliele per troppi giorni, al massimo un paio, e bisogna controllare che non siano troppo grandi oppure troppo piccole. Un cucciolo potrebbe inghiottirle oppure restare incastrato con l’osso in bocca, come immobilizzato.

Quando si da per le prime volte ossa ai cani piccoli è meglio tenerli sotto controllo e capire come si comportano. Controllare che non soffochino e che non le mordano troppo violentemente, con troppa foga o in maniera pericolosa. Quando si vede che esagerano, non bisogna farsi troppi problemi ad intervenire per togliere l’osso.

Un pericolo legato alle ossa, soprattutto per cani cuccioli e per quello anziani, è costituito anche dai batteri che possono creare problemi anche gravi. Se, dopo la masticazione dell’osso, il cane inizia a perdere l’appetito, soffrire di letargia, vomito, diarrea ematica o stitichezza, è fondamentale portarlo subito dal veterinario per un check up.

Il consiglio di DoctorVet

Assolutamente No! I cani non dovrebbero mai ricevere ossa di altri animali nè crude nè cotte. Le ossa spesso corrono il rischio di trasmettere batteri dannosi, tra cui Salmonella o Campylobacter.

Le ossa possono anche comportarsi da corpi estranei e ostruire l’esofago, lo stomaco o l’intestinoLe ossa possono scheggiarsi causando la perforazione dello stomaco o dell’intestino. 

Condividi l'articolo su:

Iscrivi e tieni sotto controllo lo stato di salute del tuo animale.

Gestire la salute del tuo animale non dovrebbe essere compliato

L’obiettivo è fornirti un valido strumento così da poter mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *