Come Pulire le Orecchie al Gatto

da | Gen 27, 2019 | Malattie | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso

Acari nelle orecchie del gatto

Una patologia molto frequente ma spesso sottovalutata è la otoacaroasi, ovvero acari nelle orecchie del gatto. E’ una patologia molto semplice da identificare per il proprietario del gatto. Spesso l’incuria può portare a conseguenze anche gravi.

Sintomi, Prevenzione e Cura

Gli acari sono dei parassiti, quindi non sono virus ne batteri, hanno l’aspetto simile a dei ragnetti; in quanto acari e ragni fanno parte della stessa classe animale, quella degli aracnidi.

Gli acari non si vedo bene ad occhio nudo, al contrario si vedono bene al microscopio. Colonizzalo le orecchie del felino e creano danni nel tempo e nella proliferazione. Gli acari purtroppo possono anche essere da apripista per i batteri, causando cosi principi di otite nel gatto – (ricordiamo che l’otite è un’infiammazione, che può essere provocata dagli acari, in particolare Otodectes cynotis.

 Quindi per curare e/o prevenire l’otite è necessario curare l’otoacariasi. Per diagnosticare questa patologia dobbiamo portare il nostro amico dal veterinario, e solo dopo un’attenta anali del cerume è possibile saperne di più

Sintomi degli acari nelle orecchie del gatto – Otoacariasi

I sintomi possono essere molteplici e ben visibili. Il più comune è grattarsi l’orecchio in continuazione. Impariamo comunque sempre a riconoscere i sintomi e il linguaggio del nostro gatto. Di per sè che se l’animale si gratta l’orecchio non costituisce un problema per andare di corsa dal veterinario, ma se notate che il vostro gatto si gratta sempre lo stesso orecchio probabilmente è infiammato.

Quindi il prurito può diventare un sintomo con cui confrontarsi. Gli acari infatti sono pruriginosi, perché si nutrono della cute interna dell’orecchio. Attenzione, gli acari possono andare in profondità e scavare delle piccole gallerie nell’orecchio. Se questo dovesse succedere il gatto si gratterebbe con molta più insistenza, usando addirittura le unghie, finendo per lesionare la cute nell’orecchio.

Questo è un chiaro segno per portare il vostro animale dal veterinario. Un altro segno inequivocabile è il colore decisamente più scuro del cerume ed un odore molto molto forte.

Il gatto, grattandosi, e gli acari che mangiando la cute creano delle fuori uscite di sangue; coaguli, che rendono il cerume molto scuro, oltre che più abbondante del solito, in quanto il gatto per proteggersi dagli acari produce molto più cerume di un gatto sano (meccanismo difensivo).

Dall’Otoacariasi all’ Otoematoma

Se l’ otoacariasi non si cura velocemente degenera diventando otoematoma. Significa che gli acari continuano a proliferare e attraversano il condotto uditivo fino ad arrivare al timpano. Il gatto rischia di rimanere sordo.

Intervenire sul timpano è sempre molto pericoloso ed è sempre un intervento molto delicato. Se il timpano viene danneggiato non è sempre possibile riparare il danno (anche se risulta un’opzione remota).

In realtà l’otoematoma nel gatto è possibile, ma rimane improbabile. Molto frequente risulta essere nel cane invece.

Terapia, Cura e Rimedi agli Acari nelle Orecchie del Gatto

Per la Terapia e quindi la cura agli acari nelle orecchie è di base, molto semplice. Dobbiamo eliminare alla fonte gli acari. Come accennato prima fanno parte della famiglia degli aracnidi, pertanto serviranno principi attivi, somministrati tramite gocce (ma non è l’unico modo) per eliminarli.

E’ per questo che i rimedi casalinghi non sono molto consigliati per questa specifica pratica. Serve un soluzione di principi attivi  mirati. Per questo è possibile toglierne un pò fisicamente anche con un cotton-fioc ma questo non ti da la sicurezza che tutti gli acari siano spariti.

Inoltre ci possono essere numerosi tipi di acari diversi. Per questo servono azioni specifiche e mirate (Di solito si utilizzano alcuni principi attivi che fanno parte della classe dei carbammati o degli organofosforici.) . Quindi un generico principio di acaricida potrebbe non essere sufficiente. Anche per questo motivo sconsigliamo i rimedi naturali. Serve l’analisi da parte del veterinario, (come spesso vuole la buona ragione). Usare un rimedio naturale che uccide solo alcuni acari non ha senso.

Ricordiamo comunque che gli acari nelle orecchie del nostro gatto sono sempre presenti. Tuttavia spesso il numero non è sufficiente per poter parlare di otoacaroasi o di una patologia specifica.

Uso delle Gocce

Le gocce auricolari per gli acari delle orecchie del gatto non contengono solo carbammati che distruggono nello specifico gli acari, ma anche tutta un’altra serie di sostanze che permettano di controllare tutti gli altri agenti responsabili dell’otite. L’incuria di questa patologia oltre a portare a Otoematoma (molto più comune nei cani) porta numerose infezioni batteriche, come malassezia (fungo) o la candida possono concorrere anche allo sviluppo di otite oltre che degli acari.

A volte un prodotto può essere buono per cane, gatto e/o per umano. In questo caso sconsigliamo l’uso generico. Acquistate prodotti specifici per cani e per gatti proprio perché dobbiamo riconoscere la tipologia di acaro e non sono tutti uguali. Ricorda di parlare sempre con il tuo veterinario, UNICO RIFERIMENTO VALIDO.

Durata della Terapia

Non interrompere per nessun motivo la terapia prima del tempo prescritto dal bugiardino e/o dal tuo veterinario. Un interruzione potrebbe non aver debellato completamente gli acari. Ricorda inoltre che gli acari vivono nelle orecchie e oltre a mangiare la cute, depongono anche le uova. Una durata più breve può far ripresentare il problema dopo 2-3 settimane, in quanto il guscio protettivo dell’uovo ha protetto la futura colonia degli acari.

Pulizia delle Orecchie del Gatto

Se puliamo le orecchie quando la otoacaroasi è già manifestata, è inutile se non usiamo contemporaneamente anche le gocce. Prevenire quando la patologia ancora non c’è è un ottimo modo di scongiurare il problema.

Per pulire le orecchie, dobbiamo utilizzare un detergente particolare per questi casi specifici (è un detergente, ovvero si unisce allo “sporco” portandolo con sè quando viene rimosso/pulito (come avviene con il sapone). Non è un medicinale, quindi non uccide gli acari. Ne porta solo via una grandissima parte. Ricordiamo infatti che nelle orecchie del gatto gli acari ci saranno sempre. E’ la loro attività e il numero a destare sospetto, e a ricorrere a terapie per scongiurare danni assai più gravi.

Gli acari non si attaccano all’uomo, quindi è scongiurata un pericolo di zoonosi (quando una malattia può attaccarsi da animale ad uomo) quindi possiamo stare tranquilli.
Ma è possibile trasmettere la patologia ad altri animali, come cani e gatti. Se dovessi trovarti in questa situazione, considera il fatto di mettere in quarantena il gatto(o cane) e inizia subilo la procedura di pulizia con detergenti specifici. Prima di fare tutto questo porta il tuo “fuffy” dal veterinario.

Come Pulire le Orecchie del Gatto

Diamo le gocce per la pulizia dell’orecchio, massaggiando per mezzo minuto la base dell’orecchio stesso, e poi far uscire il liquido ruotando la testa del gatto. Nel padiglione auricolare si può anche togliere il cerume con del cotone inumidito, ma non facciamolo con il cotton-fioc all’interno del canale: il rischio è di compattare il cerume, invece che scioglierlo.
A scioglierlo ci pensa il prodotto auricolare.

Consigli Pratici

Quando somministri le gocce al gatto, cerca di darle a temperatura ambiente. Non affatta scontato che il tuo anumale sia felice nel farsi pulire le orecchie. Se poi, gli arriva una goccia fredda, la procedura potrebbe complicarsi. Quando inclini la testa del tuo gatto, fallo dolcemente, basta una minima inclinazione, non che la testa sia quasi orizzontale, poi inserisci qualche goccia nel canale, chiudi delicatamente il lembo dell’orecchio e massaggia la zona interessata (30-40 secondi, il tempo che la soluziona agisca). Poi fai defluire il tutto. L’aiuto di un altra persona renderà tutto più veloce e meno stressante per fuffy.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CARTELLA CLINICA
VETERINARIA

Tenere sotto controllo la salute del tuo animale non dovrebbe essere complicato. 

Sii un padrone diligente e scarica l’app gratuitamente