Come Curare e Prevenire la Tigna – Dermatofitosi

da | Dic 2, 2018 | Dermatite, Malattie | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso

Dermatofitosi, comunemente chiamata Tigna

Che cos’è la tigna nel gatto – Micosi

La tigna è una malattia della pelle e del cuoio della pelliccia causata da funghi. Prende il nome dalla caratteristica eruzione cutanea ad anello sulla pelle. La malattia si diffonde toccando una persona o un animale infetto. Può anche essere diffuso toccando oggetti o superfici che hanno avuto contatto con l’infezione. 

Se infetti, alle persone contagiate spesso inizia a prudere la parte interessata dai quattro a quattordici giorni (4-15 giorni) dopo il contatto. L’eruzione cutanea può essere squamosa, arrossata e circolare. La tigna di solito crea un area senza pelo di pelle squamosa.

tigna dermatofitosi nel gatto

tigna nel gatto, con muso squamoso

Contagio, come gli animali vengono infettati

Micosi nel gatto (funghi)

Gli animali, come le persone, vengono infettati toccando la pelle o i peli di un animale infetto o toccando cose infette dal fungo, come coperte e asciugamani.

Molti diversi tipi di animali possono trasmettere tigna alle persone. Cani e gatti, in particolare gattini o cuccioli, possono avere tigna che può essere trasmessa alle persone. Anche mucche, capre, maiali e cavalli possono  passare la tigna alle persone.

Come prevenire e curare la Tigna (Dermatofitosi)

Gli animali, come le persone, vengono infettati toccando la pelle o i peli di un animale infetto o toccando cose infette dal fungo stesso, come coperte e asciugamani.

Molti diversi tipi di animali possono trasmettere tigna alle persone. Cani e gatti, in particolare gattini o cuccioli, possono avere tigna che può essere trasmessa alle persone. Anche mucche, capre, maiali e cavalli possono passare la tigna alle persone.

Come riconoscere la Tinga, Dermatofitosi

Identificare la micosi nel gatto: la tinga è un fungo

Gli animali adulti, in particolare i gatti a pelo lungo, non mostrano sempre segni di infezione da tigna. I cuccioli e i gattini hanno spesso aree senza pelo, circolari o di forma circolari irregolari, croste e arrossamenti che possono o meno essere pruriginose. L’area potrebbe non essere completamente glabra e avere invece peli fragili e spezzati.

Se gli artigli sono interessati, possono avere un aspetto biancastro e opaco. Dipende dalla distribuzione del fungo dermatofitosi lungo la superficie dell’artiglio. Se sospetti che il tuo animale domestico abbia la tigna, assicurati che sia visto da un veterinario.

Definizione della Tigna: un fungo del gatto

Microsporum canis

Patologia a carico della cute, sostenuta da dermatofiti appartenenti al genere Microsporum e TrichophytonMicrosporum canis parassita che si trova prevalentemente nel cane e nel gatto.

Nel cane sono possibili infezioni anche da Trichophyton interdigitale, T. erinacei e Microsporum persicolor. La dermatofitosi è una zoonosi, questo vuol dire che può quindi colpire ed essere trasmessa all’uomo.

Causa della tigna:

Sono dei miceti ovvero funghi che vivono sulle strutture cheratinizzate della pelle (peli, unghie e strato corneo, cioè la porzione più superficiale dell’epidermide). Questi miceti producono delle spore che si instaurano sul manto dell’animale. Sono proprio queste spore (piccoli parti rilasciate dai funghi) che rappresentano l’agente infettante;

Si possono attaccare tramite il contatto diretto del soggetto sano con il malato, o nel caso il soggetto sano entri in contatto indiretto con le spore in un ambiente contaminato. Se presenti microlesioni a livello cutaneo il micete può insinuarsi fino a raggiungere gli organi; è questa azione che innescherà la patologia.

A volte il sistema immunitario dell’animale riesce a contrapporsi e di conseguenza blocca l’evolversi della malattia. Alcuni animali (frequente nel gatto) possono diventare portatori asintomatici. I soggetti contagiati sono in genere quegli animali che presentano un deficit immunitario; può quindi colpire cuccioli o anziani, i soggetti stressati o con scompensi endocrini, o anche negli animali che hanno sostenuto delle terapie antibiotiche o cortisoniche.

Le lesioni sono frequenti.

Sintomi della tigna:

Il sintomo clinico più comune è rappresentato da l’alopecia che può essere focale, multifocale o generalizzata. (rispettivamente che colpisce una zona ben delimitata; più zone delimitate; a chiazze su tutto il corpo); può esserci o no del prurito. Può anche essere presente sotto forma di: dermatite seborroica, squame, eritemi, croste, papule, etc.

Le parti del corpo principalmente colpite sono: il muso, la parte anteriore degli arti, collo e dorso. Il gatto svolge spesso il ruolo di portatore asintomatico e presenta un quadro clinico assai variabile oltre i sintomi precedentemente elencati. Il persiano rappresenta una razza particolarmente sensibile e a rischio.

alopecia gatto tigna

La tigna si riconosce la presenza di zone senza peso: l’alopecia che può essere focale, multifocale o generalizzata.

Diagnosi della dermatofitosi:

tigna/micosi

Oltre la precedente anamnesi (storia dell’animale) e la raccolta dei dati epidemiologici (dove vive,con chi,presenza di altri animali, etc) si effettuerà un raschiato del pelo dell’animale con una lametta/bisturi. L’esame microscopico durante la visita permette di isolare i miceti e di conseguenza la spora e confermare la diagnosi di dermatofitosi. L’esame colturale è importante invece per avere una tipizzazione e classificazione dei dermatofiti. Questo permetterà di individuare l’agente eziologico e stabilire la terapia più idonea.

Terapia alla dermatofitosi:

La terapia per la micosi del gatto può essere di due tipi:

  • TOPICA: (ovvero che agisce sulla zona colpita) e si utilizza soprattutto nelle micosi localizzate del cane e coniglio;  In genere si tratta di pomate che andranno ad agire sulle zone di alopecia formatesi sull’animale.
  • SISTEMICA: (farmaco trasportato dal sangue nell’organismo) si utilizza nelle micosi generalizzate e in quelle asintomatiche del gatto.
  • In alcuni casi come ad esempio nel gatto le due terapie vengono somministrate insieme.

cura e prevenzione della tigna

Seguire la prescrizione del veterinario. E’ possibile usare unguenti e lozioni specifiche, sia per animali che per persone

 

Tigna nei gatti: causa contagio, cura e trattamenti

Prevenzione per la tigna:

E’ una malattia infettiva contagiosa può colpire  l’uomo o in generale tutti quegli animali che condividono gli stessi ambienti. Le spore possono essere rilasciate nell’ambiente dall’animale infetto e possono depositarsi su letti, cucce, tende, tappeti, sotto o dietro i mobili, negli elettrodomestici come ad esempio l’aspirapolvere;

E’ di estrema importanza la pulizia e la disinfestazione degli ambienti infetti e ovviamente l’isolamento dei soggetti malati dai sani. Spesso viene chiesto di controllare (attraverso gli esami necessari) e trattare (anche con gli stessi farmaci dei malati) anche i soggetti sani.

  • lavati le mani con sapone e acqua corrente dopo aver giocato o accarezzare il tuo animale domestico
  • indossa guanti e maniche lunghe se devi maneggiare animali con tigna e lavarti sempre le mani dopo aver maneggiato l’animale
  • aspirare le aree della casa che l’animale infetto visita quotidianamente. Ciò contribuirà a rimuovere scaglie cadute dalla pelliccia io dalla pelle dell’animale
  • Disinfetta le aree in cui l’animale ha trascorso del tempo, comprese le superfici e la lettiera.
    • Le spore di questo fungo possono essere uccise con disinfettanti comuni come candeggina al cloro diluito 1:10 (1/4 di tazza in 5 litri di acqua), cloruro di benzalconio o detergenti forti.
    • Non mescolare mai prodotti per la pulizia. Ciò può causare gas nocivi.

 

COSA NON FARE warning - caution - attention - doctorvet ATTENZIONE

Non trattare animali con tigna se il sistema immunitario è in qualche modo debole (se si ha l’HIV / AIDS, si è sottoposti a trattamento del cancro o si stanno assumendo farmaci che sopprimono il sistema immunitario, ad esempio).

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CARTELLA CLINICA
VETERINARIA

Tenere sotto controllo la salute del tuo animale non dovrebbe essere complicato. 

Sii un padrone diligente e scarica l’app gratuitamente