Rogna nel cane: cause, sintomi cura e prevenzione

Gen 8, 2024 | Cane, Dermatite, Malattie

Più risultati...

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Post Type Selectors
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

La rogna nel cane

La rogna del cane (scabbia) è un disturbo molto diffuso e molto contagioso che può avere conseguenze anche gravi: nello specifico si tratta di una patologia infiammatoria della cute che viene generata da parassiti appartenenti all’ordine degli acari. Questa condizione può variare da lieve a grave e richiede un’attenzione particolare per evitare complicazioni.

Come si trasmette la rogna del cane

La rogna non solo causa disagio e dolore ai cani, ma può anche essere un indicatore di problemi di salute sottostanti, come un sistema immunitario indebolito. In alcuni casi, la rogna può essere contagiosa per altri animali e, raramente, per gli esseri umani, rendendo essenziale la sua gestione tempestiva. La collaborazione con un veterinario esperto è quindi indispensabile per diagnosticare correttamente la condizione e scegliere il trattamento più efficace.

La rogna è contagiosa per l’uomo

Non tutti i tipi di rogna sono contagiosi per l’uomo: la rogna sarcoptica è l’unica che può essere trasmessa ma avviene comunque molto raramente. A infezione avvenuta l’uomo reagisce con sintomi più leggeri, gli acari resistono meno sulla nostra cute e si manifesta come una dermatite diffusa non aggressiva. La cura farmacologica risolve il problema e a quel punto ne rimarrà solo un brutto ricordo.

Differenza fra rogna e tigna

La rogna e la tigna del cane presentano caratteristiche simili anche se si tratta di patologie diverse: provocano un fortissimo prurito generando pelle irritata e arrossata (eritema), pelle scura (iperpigmentazione), prurito e perdita di pelo (alopecia). Hanno cure diverse, per cui è bene al presentarsi dei primi sintomi, rivolgersi subito al veterinario.

Tipi di rogna nel cane

La rogna del cane ha molte caratteristiche in comune con la rogna del gatto e un elemento in particolare in comune: entrambe le patologie necessitano l’intervento immediato del veterinario; nel corso di tutta l’evoluzione patologica dovrai rimanere a stretto contatto con il professionista di riferimento: ecco perché in questo contesto diventa fondamentale la cartella clinica dell’animale. Crea il profilo del tuo animale per avere tutti i servizi gratuiti a portata di mano.

Rogna Sarcoptica

La rogna sarcoptica, spesso chiamata scabbia, è una delle forme più comuni e contagiose di rogna. Causata dall’acaro Sarcoptes scabiei, questa condizione si caratterizza per un prurito intenso e incoercibile, portando spesso a graffi e lesioni cutanee. La trasmissione avviene principalmente attraverso il contatto diretto con un animale infetto, ma può anche diffondersi tramite oggetti contaminati. Se non trattata, la rogna sarcoptica può diffondersi rapidamente tra gli animali e, in rari casi, può essere trasmessa all’uomo, causando prurito e irritazioni cutanee.

Rogna Demodettica, Demodicosi o rogna rossa

La rogna demodettica, nota anche come demodicosi cane o rogna rossa, è causata dall’acaro Demodex. Questa forma di rogna si verifica quando c’è un’infestazione eccessiva di questi acari, che sono normalmente presenti in piccole quantità nella pelle del cane. La demodicosi è meno contagiosa rispetto alla rogna sarcoptica e si manifesta comunemente in cani con un sistema immunitario indebolito. I sintomi includono perdita di pelo, lesioni cutanee e, in casi gravi, infezioni secondarie. La diagnosi precoce e un trattamento adeguato sono cruciali per controllare questa condizione e prevenire la sua progressione. La gestione della rogna rossa (dermodedica) richiede un approccio olistico che può includere trattamenti topici, farmaci orali e, in alcuni casi, modifiche alla dieta e al regime di cura del cane per rafforzare il suo sistema immunitario

Rogna Psoroptica

La rogna psoroptica è un tipo meno comune ma significativo di rogna che colpisce i cani. Causata dall’acaro Psoroptes, questa forma di rogna si concentra principalmente sulle orecchie e le aree circostanti, causando infiammazione, prurito e disagio. I cani affetti da rogna psoroptica spesso mostrano segni di disagio, scuotendo la testa e grattandosi le orecchie frequentemente. La diagnosi tempestiva è fondamentale per evitare che l’infestazione si diffonda ad altre parti del corpo o ad altri animali.

Rogna Otodettica

Anche la rogna otodettica (conosciuta anche come rogna auricolare) è localizzata nelle orecchie del cane. Questa condizione è causata dall’acaro Otodectes cynotis e si manifesta con prurito intenso, infiammazione e accumulo di cerume scuro e spesso maleodorante. Se trascurata, può portare a infezioni dell’orecchio più gravi e potenzialmente dolorose. Il trattamento tempestivo è essenziale per alleviare il disagio e prevenire ulteriori complicazioni.

 

doctorvet-cartella-clinica-veterinaria-gratuita

 CARTELLA CLINICA VETERINARIA

La cartella clinica consente di registrare e aggiornare informazioni importanti sulla salute del proprio animale, tra cui vaccinazioni, trattamenti periodici, diagnosi, prescrizioni, esami, referti e note cliniche. Attiva i promemoria per una gestione più facile ed efficace

 Il veterinario può aggiornare la cartella clinica con nuove informazioni, prescrizioni o terapie, analisi, esami e referrti,  consentendo una migliore gestione della salute dell’animale, anche tramite i pratici promemoria.

Scopri My.Doctorvet

La rogna è causata da acari parassiti che si insediano nella pelle degli animali. Questi acari si nutrono di materiale cutaneo, causando irritazione e infiammazione. La trasmissione avviene principalmente tramite contatto diretto con animali infetti o, in alcuni casi, attraverso oggetti contaminati. Fattori come un sistema immunitario indebolito, condizioni di vita non igieniche e contatto con animali randagi possono aumentare il rischio di sviluppare la rogna. Alcune forme di rogna, come la demodicosi, possono svilupparsi da acari già presenti sulla pelle dell’animale, ma che diventano problematici a causa di un sistema immunitario compromesso.

I sintomi della rogna includono prurito intenso, perdita di pelo, arrossamento della pelle, e formazione di croste e pustole. Gli animali infetti possono grattarsi incessantemente, causando ulteriori danni alla pelle. La rogna può colpire diverse aree del corpo, comprese orecchie, viso, zampe e addome. Nei casi gravi, può portare a infezioni secondarie della pelle. La gravità dei sintomi dipende dal tipo di acaro responsabile e dalla salute generale dell’animale.

La prevenzione della rogna si concentra sull’evitare il contatto con animali infetti e sul mantenimento di buone condizioni igieniche. L’uso regolare di antiparassitari può aiutare a prevenire l’infestazione. Per la cura, è fondamentale seguire il trattamento prescritto dal veterinario, che può includere shampoo medicati, lozioni, farmaci orali o spot-on. Mantenere un ambiente pulito e disinfettare gli oggetti con cui l’animale entra in contatto è cruciale per evitare la reinfezione.

Il trattamento della rogna varia a seconda del tipo di acaro e della gravità dell’infestazione. Spesso include l’uso di acaricidi topici o orali per eliminare gli acari. In alcuni casi, possono essere necessari antibiotici per trattare le infezioni secondarie della pelle. È importante completare l’intero corso del trattamento anche se i sintomi sembrano migliorare, per prevenire recidive. Il trattamento può richiedere diverse settimane e dovrebbe sempre essere supervisionato da un veterinario.

Cause della rogna nel cane

La rogna nei cani è causata principalmente dall’infestazione di specifici tipi di acari parassiti. Questi acari si insediano nella pelle del cane, causando irritazione, prurito e, in alcuni casi, infezioni secondarie. La trasmissione degli acari può avvenire in diversi modi, a seconda del tipo di rogna. Per esempio, la rogna sarcoptica è altamente contagiosa e si diffonde facilmente tra gli animali attraverso il contatto diretto o indiretto, mentre la rogna demodettica è spesso associata a un sistema immunitario indebolito e non è considerata altamente contagiosa.

Fattori come l‘età del cane, le condizioni di salute generali, l’ambiente in cui vive e il suo livello di igiene possono influenzare la suscettibilità alla rogna. In particolare, i cuccioli e i cani anziani con sistemi immunitari meno robusti sono più a rischio. È importante notare che, mentre alcuni tipi di rogna sono il risultato di una trasmissione esterna, altri possono svilupparsi da acari già presenti sulla pelle del cane in condizioni normali, ma che diventano problematici quando il cane è immunocompromesso.

  • La rogna sarcoptica è causata dall’acaro Sarcoptes Scabiei e provoca la Scabbia. La trasmissione è rapida e può avvenire sia per contatto diretto che indiretto (asciugamani, spazzole, oggetti); è molto pericolosa: una volta uscite dalle uova, le larve migrano all’interno della pelle scavando delle gallerie e nutrendosi di sangue e detriti cutanei.
  • La rogna Psoroptica è generata dall’acaro Psoropte ed è conosciuta come “rogna umida”. Il parassita si localizza si nutre della linfa dell’animale e si concentra soprattutto sugli arti.
  • La rogna Otodettica è provocata dall’agente eziologico acaro Otodectes Cynotis che colpisce le orecchie del cane. Produce un materiale ceruminoso maleodorante.
  • La rogna Demodettica, anche detta “rogna rossa” è provocata dal demodex e la trasmissione solitamente avviene tra madre e figli durante l’allattamento; le zone del corpo colpite sono pertanto bocca, muso e zampe.

 

causa rogna nel cane

Le cause della rogna nel cane sono molteplici e si trasmette perlopiù tramite contatto, ma non solo.

s

COSA NON FARE

  1. Non ignorare i sintomi: Non sottovalutare i segni iniziali della rogna, come prurito lieve o piccole aree senza pelo. Un intervento precoce può prevenire complicazioni più gravi.
  2. Evitare rimedi casalinghi: Non utilizzare trattamenti casalinghi o rimedi naturali non verificati senza prima consultare un veterinario. Alcuni di questi rimedi possono aggravare i sintomi o essere dannosi per l’animale.
  3. Non interrompere prematuramente il trattamento: Anche se i sintomi sembrano migliorare, è fondamentale completare l’intero corso del trattamento prescritto per assicurare che tutti gli acari siano stati eliminati.
  4. Evitare il contatto con altri animali: Durante il trattamento, limita il contatto del tuo animale con altri animali domestici per prevenire la diffusione degli acari.
  5. Non trascurare la pulizia dell’ambiente: La pulizia regolare dell’ambiente domestico è essenziale. Non trascurare la disinfezione di lettiere, giocattoli e altri oggetti con cui l’animale infetto è entrato in contatto.
  6. Non usare farmaci senza prescrizione: Non usare farmaci antiparassitari o acaricidi senza una prescrizione veterinaria, poiché il trattamento inappropriato può essere inefficace o dannoso.

Sintomi della rogna nel cane

I sintomi della rogna nei cani possono variare a seconda del tipo di acaro responsabile dell’infestazione. Tuttavia, alcuni segni comuni includono prurito intenso, che spesso porta il cane a grattarsi, mordersi o strofinarsi contro oggetti. Questo comportamento può causare ulteriori irritazioni o lesioni cutanee. La perdita di pelo (alopecia cane) è un altro sintomo frequente, specialmente nelle aree intorno agli occhi, alle orecchie, al ventre e alle zampe.

In casi più gravi, i cani possono sviluppare eruzioni cutanee, croste e pustole, soprattutto con la rogna demodettica o demodicosi. La rogna sarcoptica può causare lesioni cutanee estese a causa del graffio incessante. Inoltre, la rogna otodettica si manifesta spesso con segni di disagio auricolare, come scuotimento della testa e secrezioni auricolari anormali. È fondamentale osservare attentamente il comportamento e l’aspetto del proprio cane per riconoscere tempestivamente questi sintomi e consultare un veterinario per una diagnosi accurata e un trattamento appropriato.

 

Diagnosi della rogna

La rogna del cane può essere diagnosticata solo grazie all’intervento di un veterinario con esami specifici. Al comparire dei primi sintomi della rogna del cane è bene recarsi subito da uno specialista che analizzerà lo stato della cute del cane e poi, eventualmente, approfondirà con ulteriori analisi per stabilire quale possa essere la cura migliore per il tuo animale.

La diagnosi della rogna nei cani si basa su un esame clinico dettagliato effettuato da un veterinario. Questo include l’osservazione dei sintomi visibili, come le lesioni cutanee e la perdita di pelo, e può richiedere raschiati cutanei per identificare il tipo specifico di acaro responsabile. La localizzazione delle aree colpite è fondamentale per determinare il tipo di rogna e il corso del trattamento. Ad esempio, la rogna otodettica si concentra principalmente nelle orecchie, mentre la rogna demodettica può essere più diffusa.

La prognosi della rogna dipende dalla rapidità della diagnosi e dall’efficacia del trattamento. Nella maggior parte dei casi, con un trattamento adeguato, i cani si riprendono completamente. Tuttavia, in alcuni casi, specialmente con la rogna demodettica in cani con sistemi immunitari compromessi, la gestione può essere più complessa e richiedere un trattamento a lungo termine. È importante seguire attentamente le indicazioni del veterinario e completare l’intero corso del trattamento per prevenire recidive.

 

Cura, trattamenti e prevenzione della rogna nel cane

La cura della rogna è lunga e complessa: il tuo veterinario provvederà a consigliarti il miglior prodotto acaricide sul mercato che potrà essere applicato come spot-on o sotto forma di bagni medicati. La rogna nel cane può essere anche prevenuta, applicando mensilmente antiparassitari ed effettuando sverminazioni ogni 6 mesi. Ricordati di controllare sempre il cane al rientro dalle passeggiate e intervenire al primo presentarsi dei sintomi.

Il trattamento della rogna nei cani varia a seconda del tipo di acaro responsabile e della gravità dell’infestazione. Per la rogna sarcoptica e demodettica, i veterinari di solito prescrivono acaricidi, che possono essere somministrati sotto forma di shampoo, lozioni, spot-on o farmaci orali. È fondamentale seguire le istruzioni del veterinario riguardo alla frequenza e alla durata del trattamento per assicurare l’eliminazione completa degli acari.

Oltre al trattamento farmacologico, la cura del cane dovrebbe includere il mantenimento di una buona igiene e la pulizia regolare dell’ambiente in cui vive il cane, per ridurre il rischio di reinfezione. Gli oggetti come la biancheria da letto, i giocattoli e le spazzole dovrebbero essere lavati o sostituiti per eliminare eventuali acari residui.

La prevenzione della rogna si concentra sull’evitare il contatto con cani infetti e sull’uso regolare di trattamenti antiparassitari, specialmente in ambienti ad alto rischio come canili o parchi per cani. È anche importante mantenere il sistema immunitario del cane forte attraverso una dieta equilibrata e controlli veterinari regolari.

trasmissione rogna nel cane - prevenzione e cura

La trasmissione della rogna tra cane e uomo è possibile. Ma tramite farmaci specifici è possibile risolvere il problema entro pochi giorni senza nessuna conseguenza grave

CONSIGLI

  1. Consultare un veterinario: Al primo segno di rogna, come prurito eccessivo o perdita di pelo, è fondamentale consultare un veterinario per una diagnosi accurata e un piano di trattamento adeguato.
  2. Seguire il trattamento prescritto: Adottare rigorosamente il regime di trattamento raccomandato dal veterinario, che può includere farmaci acaricidi, shampoo medicati o terapie topiche.
  3. Aggiornare la cartella clinica veterinaria: Mantenere aggiornata la cartella clinica del tuo animale è essenziale per tenere traccia della sua salute e dei trattamenti ricevuti. Documentare ogni visita veterinaria, trattamento e cambiamento nel comportamento o nelle condizioni di salute può aiutare il veterinario a fornire cure più mirate e efficaci.
  4. Isolare l’animale infetto: Per prevenire la diffusione degli acari, è consigliabile isolare l’animale infetto dagli altri animali domestici fino al completamento del trattamento.
  5. Mantenere un ambiente pulito: Pulire e disinfettare regolarmente l’ambiente domestico, compresi letti, giocattoli e accessori dell’animale, per eliminare eventuali acari residui.
  6. Monitorare la salute dell’animale: Osservare attentamente l’animale durante il trattamento per qualsiasi segno di miglioramento o peggioramento e comunicare eventuali cambiamenti al veterinario.
  7. Prevenzione Continua: Anche dopo il trattamento, è importante continuare a utilizzare misure preventive, come trattamenti antiparassitari regolari, per ridurre il rischio di future infestazioni.

Alimentazione adeguata per gatti affetti da rogna

Anche se la rogna è più comunemente associata ai cani, può colpire anche i gatti. Una dieta ben bilanciata è cruciale per sostenere il sistema immunitario dei gatti affetti da rogna, aiutandoli a combattere l’infestazione. Alimenti ricchi di acidi grassi essenziali, come Omega-3 e Omega-6, possono essere particolarmente benefici per migliorare la salute della pelle e del pelo. Questi nutrienti aiutano a ridurre l’infiammazione e a promuovere la rigenerazione della pelle danneggiata.

È importante consultare un veterinario per ricevere consigli specifici sull’alimentazione, in quanto alcuni gatti potrebbero avere esigenze nutrizionali particolari, soprattutto se soffrono di altre condizioni di salute. Inoltre, l’acqua fresca e pulita dovrebbe essere sempre disponibile per aiutare a mantenere l’idratazione e supportare la funzione renale e la detossificazione.

Consigli del veterinario

È essenziale per i proprietari di animali riconoscere l’importanza di un intervento tempestivo nella gestione della rogna. Si raccomanda di portare gli animali dal veterinario non appena si notano sintomi come prurito eccessivo o perdita di pelo. Un’azione rapida può aiutare a fermare la diffusione dell’infestazione e alleviare il disagio dell’animale.

Mantenere un ambiente domestico pulito e sicuro è fondamentale per ridurre il rischio di infezione. Si consiglia una pulizia regolare delle aree dove il cane o il gatto trascorre la maggior parte del tempo, inclusa la disinfezione di lettiere, ciotole per il cibo e giocattoli.

Inoltre, è importante potenziare il sistema immunitario dell’animale con una dieta equilibrata, integratori e uno stile di vita sano. Infine, si suggerisce di adottare programmi di prevenzione regolari, come l’uso di antiparassitari, per proteggere gli animali domestici da future infestazioni di rogna.

Razze di cane predisposte alla rogna

Ci sono alcune razze di cane geneticamente più predisposte a contrarre la rogna:

  • Bulldog
  • Pointer
  • Shar Pei
  • Terrier
  • Beagle
  • Dalmata
  • Bassotto
  • Dobermann
  • Boxer.

La rogna per queste razze può essere molto fastidiosa, fondamentale sarà mantenere un buon livello di igiene generale: questo vale sia per il nostro cane che per la nostra casa, che andrà igienizzata a dovere. Il nostro animale andrà lavato periodicamente con prodotti pensati appositamente per lui. Bisognerà anche effettuare con una certa regolarità disinfestazioni e vaccinazioni dal nostro veterinario di fiducia. Infine, cura con attenzione la sua dieta. Un’alimentazione equilibrata migliora tutto il sistema immunitario. Lo sapevi?

Come usare My.Doctorvet

La cartella clinica di Doctorvet è uno strumento utile per i proprietari di animali che affrontano la rogna nei cani o gatti. La cartella clinica offre una serie di servizi che possono assistere il padronde nella gestione e nel trattamento della rogna. Ecco alcuni modi in cui Doctorvet può essere utilizzato efficacemente:

  • Monitoraggio della salute: Doctorvet permette di tenere traccia della salute del tuo animale, registrando sintomi, trattamenti e progressi. Questo può essere particolarmente utile per monitorare l’efficacia del trattamento della rogna e per rilevare eventuali segni di recidiva.
  • Gestione della cartella clinica: La piattaforma consente di gestire facilmente la cartella clinica del tuo animale, inclusi i dettagli dei trattamenti per la rogna. Avere tutte queste informazioni in un unico posto può facilitare la condivisione con il tuo veterinario durante le visite di controllo.
  • Consigli e risorse: Doctorvet fornisce anche una varietà di risorse educative e consigli pratici su come gestire la rogna e migliorare la salute generale del tuo animale domestico.

Utilizzando Doctorvet, i proprietari di animali possono sentirsi più informati e preparati nel gestire la rogna, garantendo che i loro amici a quattro zampe ricevano le migliori cure possibili.

doctorvet-cartella-clinica-veterinaria-gratuita

 CARTELLA CLINICA VETERINARIA

La cartella clinica consente di registrare e aggiornare informazioni importanti sulla salute del proprio animale, tra cui vaccinazioni, trattamenti periodici, diagnosi, prescrizioni, esami, referti e note cliniche. Attiva i promemoria per una gestione più facile ed efficace

 Il veterinario può aggiornare la cartella clinica con nuove informazioni, prescrizioni o terapie, analisi, esami e referrti,  consentendo una migliore gestione della salute dell’animale, anche tramite i pratici promemoria.

Scopri My.Doctorvet

FAQ: Domande e risposte sulla rogna nel cane

 

COME RICONOSCERE LA ROGNA?

La rogna si riconosce tramite appositi esami clinici. I sintomi caratteristici sono odore sgradevole, aree alopeciche più o meno diffuse, lesioni cutanee; nelle forme generalizzate più gravi risulta evidente anche la presenza di croste e pustole. Bisogna intervenire tempestivamente per evitare che il disturbo si aggravi ulteriormente.

PERCHÉ IL CANE PRENDE LA ROGNA?

Il cane contrae la rogna spesso a causa della scarsa pulizia: la patologia si sviluppa a causa di un parassita che attacca il derma. Ne esistono di diversi tipi e per trovare la cura giusta sarà fondamentale classificarla nel modo giusto. Scarica l’app gratuita di Doctor Vet per avere tutte le informazioni e un contatto diretto con professionisti del settore.

COME SI CURA LA ROGNA ROSSA DEL CANE?

La rogna rossa del cane si cura con medicinali appositi come sostanze topiche, spot-on e, nei casi più gravi, una terapia farmacologica per via orale. Per sapere quale terapia sia la migliore per il tuo caso specifico, contatta subito il tuo veterinario di fiducia.

COME CURARE LA ROGNA?

La rogna si cura tramite terapia farmacologica specifica per il tipo contratto: al presentarsi dei primi sintomi, rivolgiti ad un veterinario per avere indicazioni sulla terapia migliore per il tuo cane. Solo lo specialista è in grado di consigliarti i farmaci migliori sul mercato.

 

COME SI TRASMETTE LA ROGNA DA CANE A UOMO?

Non tutti i tipi di rogna sono contagiosi per l’uomo: la rogna Sarcoptica è l’unica che può essere trasmessa e il contagio avviene tramite contatto diretto o indiretto (attraverso oggetti toccati dal soggetto infetto).

 

QUALI SONO I TEMPI DI GUARIGIONE DALLA ROGNA ROSSA?

Ogni caso è diverso: le tempistiche legate alla guarigione sono flessibili e variano in base alla gravità della situazione stessa: tendenzialmente ci si aggira intorno alle 4 settimane, anche se nei casi più gravi si può arrivare anche a 2 mesi.

 
 

Come lavare il cane con la rogna?

Utilizza uno shampoo medicato specifico per la rogna, prescritto dal veterinario. Bagna il cane con acqua tiepida, applica lo shampoo e massaggialo delicatamente sulla pelle, evitando di irritare ulteriormente le aree infette.

 
 

La rogna si trasmette all'uomo?

La rogna, in particolare la rogna sarcoptica, può occasionalmente trasmettersi dall’animale all’uomo, causando prurito e irritazione cutanea. Nei casi di trasmissione all’uomo, si manifesta generalmente con eruzioni cutanee, rossore e piccoli brufoli, soprattutto nelle mani, braccia e addome.

 

Che differenza c'è tra rogna e scabbia?

La rogna e la scabbia sono entrambe causate da acari, ma si riferiscono a condizioni leggermente diverse a seconda dell’ospite. “Rogna” è il termine generalmente usato per descrivere l’infestazione da acari nei cani e altri animali. La “scabbia”, invece, si riferisce specificamente all’infestazione da acari nell’uomo, causata dall’acaro Sarcoptes scabiei.

 

doctor vet cartella clinica veterinaria

  • Il team di Doctorvet scrive e approfondisce le tematiche più sensibili e più importanti per aiutare i padroni e i proprietari di animali ad affrontare, insieme al veterinario, gli eventuali problemi di salute dei nostri pet.
  • Tutti gli articoli di Doctorvet sono revisionati da medici veterinari per assicurare un’ altissima qualità delle informazioni e combattere la mala informazione online, soprattutto in ambito medico-veterinario. 

Team di DoctorVet

Condividi l'articolo su: