Come trasferirsi in una nuova casa con un gatto

da | Ago 17, 2019 | Comportamentale, Gatto | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

I gatti non sono grandi fan del cambiamento, eccetto rare eccezioni. Se potessero scegliere, preferirebbero rimanere dove sono già a loro agio. Ma, a un certo punto della loro vita, spesso capita di doversi trasferire in una nuova casa.

Rendere la transizione meno traumatica possibile è il nostro obiettivo principale. Il trasferimento può generare stress nel gatto manifestato da miagolii eccessivi, pianto, tentativi di fuga e aggressività o più semplicemente proverà a nascondersi nei posti più difficili da raggiungere.

Il trasferimento di un gatto in una nuova casa comporta tre aspetti fondamentali: i preparativi pre-trasloco, il trasloco stesso e l‘insediamento nella nuova casa. La terza sezione è molto importante se stai solo cercando di integrare un nuovo gatto nella tua famiglia esistente.

Preparazione al trasloco

Inizia a dare da mangiare al tuo gatto nel trasportino. Se il tuo gatto è riluttante a entrare nel trasportino per mangiare, inizia semplicemente posizionando il suo piatto accanto. Dopo alcuni giorni, metti il ​​piatto appena dentro il supporto, proprio vicino all’apertura.

Quindi, per una o due settimane, sposta gradualmente il piatto verso la parte posteriore del trasportino in modo che il tuo gatto debba avanzare un po ‘più avanti ogni giorno. Alla fine, posiziona il piatto nella parte posteriore del trasportino per far sì che il tuo gatto vada fino in fondo per mangiare.

Metti fuori le scatole mobili un paio di settimane prima di iniziare a fare le valigie, in modo che il gatto abbia il tempo di abituarsi alla loro presenza. Se il tuo gatto è nervoso mentre fai i bagagli, probabilmente sarà più felice chiuso in una stanza tranquilla, lontano dall’attività e dal rumore. È anche una buona idea confinare il tuo gatto se pensi che potrebbe provare a nascondersi in una delle scatole.

Cerca di mantenere la routine quotidiana del tuo gatto il più stabile possibile. Attenersi strettamente al suo programma regolare per l’alimentazione, il gioco e l’attenzione. Un alimentatore con un timer può essere utile per assicurarsi che il tuo gatto mangi alla stessa ora ogni giorno.

Se il tuo gatto è molto nervoso o stressato, parla con il veterinario sull’uso di farmaci anti-ansia per facilitare il processo di trasferimento.

Il trasloco

Per evitare che il tuo gatto si precipiti fuori dalla porta mentre i traslochi, chiudilo in un bagno con cibo, acqua, una cuccetta e una lettiera. Dai da mangiare al tuo gatto una colazione piccolissima nei giorni del trasloco per ridurre i disturbi di stomaco.

Durante il trasporto, resisti all’impulso di aprire il trasportino del tuo gatto per calmarlo. Un gatto spaventato può provare a scappare. Aprire il trasportino solo in un’area sicura e quando assolutamente necessario. Copri il trasportino con un telo o un panno per non far agitare il gatto. Questo piccolo trucchetto può aiutare a tranquillizzare il gatto durante il viaggio. Ovviamente il compito del telo è coprire per tranquillizzare, non farlo morire asfissiato. Abbi cura di fargli arrivare aria, sopratutto nei periodi estivi e nei lunghi viaggi in macchina. Parlare al tuo animale con dolcezza lo aiuterà a calmarsi e a fare un buon viaggio.

Stabilirsi nella nuova casa

In primo luogo, la casa deve essere a prova di gatto. Tira via i cavi elettrici, collega gli angoli in cui un gatto potrebbe rimanere bloccato, assicurati che tutte le finestre abbiano schermi sicuri, rimuova le piante d’appartamento velenose e controlla che non siano state lasciate trappole avvelenate per il controllo dei parassiti in qualsiasi parte della casa.

Porta immediatamente il tuo gatto in una stanza che rimarrà relativamente silenziosa. Prima di aprire il trasportino, prepara il cibo e le ciotole, la lettiera e il letto del tuo gatto. Per il cane, provvedere alle stesse accortezze. E’ bene, sopratutto nei gatti, dargli spazi in cui sentirsi sicuri, e che l’esplorazione della nuova casa avvenga lentamente, anche in giorni se necessario. Posiziona alcune prelibatezze nella stanza per incoraggiarlo ad esplorare.

Tieni il tuo gatto in questa situazione confortevole per i suoi primi giorni. Questo gli permetterà di abituarsi gradualmente alle viste, ai suoni e agli odori della sua nuova casa senza sentirsi sopraffatto. Tenere il gatto in una stanza gli consentirà anche di trovare facilmente la sua lettiera, cibo e acqua.

Se stai aggiungendo un nuovo gatto a una casa in cui sono presenti animali domestici, consulta: Come presentare il cane a un gatto.

Trascorri del tempo con il tuo gatto nella sua stanza di casa, inizialmente facendo attività discrete come leggere o guardare la TV. Quando inizia a esplorare, offri al tuo gatto attenzione, prelibatezze e divertimento.

Quando il caos del trasloco è finito, dai gradualmente al tuo gatto l’accesso al resto della casa. Una stanza alla volta. Se non è possibile chiudere le porte per limitarne l’accesso, sorvegliare da vicino il gatto durante brevi sessioni di esplorazione.
Fornisci una seconda lettiera e non la spostare. Decidi un posto dove rimarrà per sempre. Tieni la lettiera disponibile nella stanza di base per almeno altre 2 settimane.

Una volta sistemato il gatto, puoi rimuovere la lettiera vecchia, la prima messa nella stanza. In alternativa, è possibile mantenere la lettiera della stanza confortevole ma trasferirla gradualmente in una posizione preferibile.

Condividi l'articolo su:

Iscrivi e tieni sotto controllo lo stato di salute del tuo animale.

Gestire la salute del tuo animale non dovrebbe essere compliato

L’obiettivo è fornirti un valido strumento così da poter mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *