La gravidanza nel cane: tutto quello che devi sapere

da | Gen 7, 2022 | Cane | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

La gravidanza del cane è un momento molto emozionante per l’animale e per il padrone. Vedrai il suo corpo cambiare e sentirai l’emozione crescere dentro di te; è anche una fase molto delicata per cui è importante arrivare preparati: capire se un cane è in gravidanza, conoscere l’alimentazione di un cane in gravidanza ed eventualmente sapere come curare la gravidanza isterica nel cane. In questa guida ti spiegheremo quanto dura la gravidanza di un cane e come calcolarla per farti arrivare il più preparato possibile.

Intanto un consiglio da cui partire: dovrai monitorare tutta la fase di crescita e di gestazione, i risultati delle analisi che andranno fatte e dei test da eseguire. DoctorVet ti mette a disposizione una cartella clinica aggiornata e gratuita per avere sempre sotto controllo tutti i dati e contattare tempestivamente il veterinario qualora ne avessi bisogno. L’applicazione semplice e intuitiva ti sarà utile anche nella fase di svezzamento dei cuccioli di cane. Provala subito!

Quanto dura la gravidanza (gestazione) nel cane?

Ti stai chiedendo quanto dura la gravidanza di un cane? Solitamente circa 63 giornidal momento della ovulazione, a prescindere dalla razza; circa 65 dal picco di LH (ormone luteinizzante) e dai 56 ai 72 giorni se consideriamo il momento dell’accoppiamento. Insomma dovremmo calcolare circa 9 settimane.

Per conoscere la data approssimativa del parto, comunque, è sempre consigliabile rivolgersi ad un veterinario che saprà anche indicarci gli esami da fare e le sintomatologie a cui fare attenzione.

guida sulla gravidanza del cane femmina

La gestazione (gravidanza) del cane dura dai 56 a 72 giorni circa – 9 settimane

La cagna gravida mostra indizi della sua condizione fisica solo nei primi trenta giorni, a metà gestazione inizierà il rigonfiamento dell’addome e solo nell’ultima fase vedrà le sue mammelle ingrossarsi. Se noti questi sintomi saprai di dover intervenire al più presto, portandola dal veterinario.

Poco prima di partorire poi mostrerà segni di:

  • Calo della temperatura: misurandogliela ti renderai conto della perdita di circa un grado;
  • Inappetenza: non avrà voglia di mangiare e probabilmente poca di bere;
  • Irrequietezza: sembrerà nervosa;

Sei pronto ad accogliere la cucciolata? Assicurati di essere preparato per tempo!

Quando un cane può rimanere incinta?

La femmina del cane raggiunge la sua maturità sessuale ed è quindi pronta a rimanere incinta tra i sei mesi e un anno d’età. L’oscillazione è dovuta dalla differenza tra i tanti tipi di razza e di taglia. Il momento esatto viene determinato dal sanguinamento vulvare. Quando si manifesterà il ciclo mestruale (esattamente come avviene per le donne) dovrai considerare circa 11 giorni e diventando in calore sarà pronta a rimanere incinta.

Per verificare se la tua cagna è in calore, controlla che abbia questi sintomi:

  • Lecca l’esterno delle sue parti intime?
  • Ha i capezzoli gonfi?
  • Hai notato un cambiamento d’umore? Ti sembra più eccitata?
  • La vulva appare gonfia?
  • Urina frequentemente?
  • Tiene la coda in posizione verticale e la agita appena vede un maschio?

Se la risposta a tutte queste domande è sì, vuol dire che la tua cagna è in calore ed è pronta per rimanere incinta.

Sintomi: come capire che un cane è incinta

Quando un cane rimane incinta il suo corpo e il suo umore subiscono delle variazioni importanti; saperle osservare vuol dire essere in grado di intervenire tempestivamente contattando il veterinario per effettuare tutti i test necessari.

Ecco una lista di sintomi da tenere d’occhio:

  • Ingrossamenti fisici soprattutto nella zona dell’addome;
  • Capezzoli gonfi: le mammelle appaiono più scure e più grandi;
  • Perdite Vaginali: sono frequenti e di colore trasparente o bianco;
  • Inappetenza: dimostrerà poca voglia di nutrirsi;
  • Senso di affaticamento: avrà poca voglia di muoversi e, in alcuni casi, graffierà spesso pavimento, cuscini e muri;
  • Costante voglia di dormire.

Se la tua cagna ha avuto perdite di sangue, è stata in calore e poi ha manifestato questi sintomi, rivolgiti subito al veterinario per sapere le analisi da farle e informarti sul cibo migliore da dare a lei e ai cuccioli nascituri. È importante sapere come capire se un cane è in gravidanza perché necessiterà di cure e attenzioni aggiuntive da parte del padrone in vista del parto.

gravidanza del cane cura e gestione

I sintomi di una gravidanza spesso sono vistosi: ingrossamento fisico, capezzoli più gonfi, perdite vaginali, costante appetitto, senso di affaticamento […]

Cane incinta: che esami fare dal veterinario

Se hai il sospetto che la tua cagnolina sia incinta, ti consigliamo di contattare subito il veterinario per effettuare un test di gravidanza; l’ecografia, poi, potrà essere eseguita già a partire da 18 giorni dall’accoppiamento. Una volta accertato questo, lo specialista provvederà ad eseguire una radiografia (circa 45 giorni dopo) per determinare il numero dei cuccioli ed altri esami del sangue e delle urine per determinare lo stato di salute della mamma.

Qualora il cane dovesse riscontrare problemi in gravidanza, il veterinario potrebbe richiedere esami aggiuntivi per verificare la presenza di determinate patologie.

L’intervento del medico, in questo caso, diventa fondamentale: non esitare a metterti in contatto con lui; è meglio una chiamata in più per una maggiore sicurezza della mamma e di tutta la cucciolata.

esami cagna incinta

Gli esami che solitamente si eseguono su una cagna incinta sono ecografia e radiografia.

Gravidanza isterica nel cane

Non molti lo sanno ma i cani, come capita purtroppo assai di frequente alle donne, sono soggetti alla pseudociesi gravidanza isterica. Capita spesso quando si tratta di cagne non sterilizzate: gli studi parlano di circa il 60% e pur non essendo una vera e propria malattia è importante saper intervenire tempestivamente.

sintomi della gravidanza isterica del cane sono gli stessi di quella tradizionale (inappetenza, ingrossamento delle mammelle, pancia gonfia ecc…) ma il risultato è molto diverso. Questo può portare a uno stress emotivo molto debilitante per il cane convinto di aspettare i cuccioli pur non essendo proprio così. I sintomi della gravidanza isterica del cane spariscono dopo circa 2 settimane e sono sostanzialmente questi:

  • Vomito;
  • Scarso Appetito;
  • Nausea;
  • Cambio d’umore;
  • Tendenza a fare nido e attaccamento a oggetti come cuscini e giocattoli;
  • Letargia.

Essendo molto simili a quelli della gravidanza del cane è opportuno sottoporla ad un’ecografia addominale. La gravidanza isterica, infatti, è un disturbo ormonale e un semplice test di gravidanza potrebbe generare un falso positivo.

Questo tipo di esame serve ad escludere la piometra, un accumulo di pus all’interno dell’utero che potrebbe degenerare diventando un’infezione. All’insorgere dei sintomi dovrai, quindi, contattare subito un veterinario.

Se la tua intenzione è quella di evitare una gravidanza del cane, la soluzione più pratica e sicura è la sterilizzazione in modo che possa evitarsi un ulteriore stress dovuto alla gravidanza isterica.

I rischi della gravidanza

Il tuo cane è in calore e pronta per l’accoppiamento, ti sei accertato che sia in salute? Prima di procedere con il tentativo di gravidanza dell’animale è importante verificare che non abbia patologie e che, quindi, non le trasmetta a tutta la cucciolata. Rivolgiti al veterinario per fare tutti i test necessari.

Le gravidanze canine si svolgono solitamente senza alcun problema, tuttavia è sempre bene considerare tutte le problematiche che potrebbero insorgere:

  • Ritardo nel travaglio: a volte i cani possono morire in utero quindi è bene recarsi subito da un veterinario per scongiurare il rischio di un’infezione;
  • Insufficienza uterina: in questo caso occorre intervenire chirurgicamente a causa della debolezza delle contrazioni;
  • La mamma ha un difetto genetico che impedisce ai cuccioli di uscire: anche in questo caso bisogna intervenire tempestivamente operando il cane;

Dopo la gravidanza del cane, invece, potrebbe verificarsi:

  • Fallimento dell’allattamento: quando possibile, i cani dovrebbero essere incoraggiati ad allattare nelle prime 48-72 ore perché il liquido prodotto è pieno di nutrienti utili per i cuccioli. Se la mamma si mostra reticente andrà stimolata e aiutata;
  • Mastite: si tratta di un’infezione al seno che impedisce l’allattamento. La mamma, in questo caso, ha bisogno di una cura farmacologica o eventualmente di una mastectomia.

In tutti questi casi si renderà comunque necessario l’intervento di un veterinario per garantire la salute della tua cagnolina.

Alimentazione del cane incinta

Secondo numerosi studi recenti la scelta dell’alimentazione del cane è un momento molto delicato per ogni padrone, soprattutto quando si tratta di gravidanza. In generale non è sempre necessario modificarla per non sottoporre l’animale ad uno stress eccessivo ma occorre comunque avere delle accortezze. Nell’ultimo mese prima del parto, al cane in gravidanza si richiede un maggior numero di nutrienti dovuto alla crescita consistente dei feti. Dovrai suddividere le razioni in più pasti al giorno, considerando che crescendo l’utero ostacolerà il riempimento dell’apparato digestivo.

Durante questa fase della gravidanza del cane e poi dell’allattamento dei cuccioli considera delle razioni di cibo aggiuntive, controllando, però, sempre il peso e consultandoti con il tuo veterinario.

A tre settimane dal parto, infatti, un cane di 30 kg rilascia più di 2 litri di liquidi al giorno che ammontano circa al 6% del suo peso. Avrà bisogno di sostegno per non stare male e non lasciare i piccoli denutriti. L’acqua deve essere sempre a disposizione del cane incinta per compensare i liquidi dell’allattamento. Si potrà poi, con il consiglio di uno specialista, provvedere alla somministrazione di specifici integratori vitaminici per aiutarla in tutta la fase di gestazione e allattamento.

 

alimentazione cagna incinta - cane

L’alimentazione di una cagna incinta deve cambiare. Aumento di cibo e disponibilità di acqua. In commercio esistono alimenti studiate per la fase di gravidanza e per la post gravidanza. Entrambe le fasi sono importanti e l’alimentazione volge un ruolo fondamentale.

L’alimentazione del cane incinta è un aspetto che va approfondito e studiato con cautela perché può essere determinante sia per la salute dei cuccioli che per la loro crescita. Anche per loro, Doctor Vet mette a disposizione una cartella clinica aggiornata e gratuita per monitorarne i progressi e avere sempre sotto controllo tutta la situazione.

Alimentazione del cane dopo il parto

L’alimentazione del cane dopo il parto è anch’essa un aspetto importantissimo su cui porre l’attenzione per la mamma e i suoi cuccioli.

Ecco una lista di consigli da seguire per nutrire correttamente il cane dopo il parto:

  • Se sorprendi il tuo cane a mangiare la placenta dopo il parto non ti intromettere: il contenuto è proteico e il comportamento naturale. Non somministrargli cibo aggiuntivo;
  • Non far mai mancare acqua alla mamma e ai cuccioli;
  • Non aver paura se durante i tre giorni successivi il cane ha perso l’appetito: ogni sette ore offrile qualcosa da mangiare per farle recuperare le forze;
  • Valuta con il veterinario la possibilità di utilizzare degli integratori;
  • Somministra più cibo rispetto a prima suddiviso in diversi pasti;
  • Assicurati che mangi frutta e verdura; per la carne bisognerà attendere il quinto giorno dell’allattamento.
  • Alla fine della prima settimana si possono reintrodurre le frattaglie come cuore e fegato;
  • Se il tuo cane ha avuto 8 cuccioli o più, dovrai aumentare fino a tre volte la razione di cibo.

Ricorda, poi, di controllare sempre il suo stato di salute e se il cane appare denutrito, contatta subito il veterinario per un intervento tempestivo!

Come creare l’ambiente ideale per il parto

Ci siamo: per il tuo cane sta arrivando il momento del parto, ti sei chiesto se la casa è preparata a dovere?

Dovresti scegliere una casetta di un materiale morbido e semplice da pulire. Copri la base con materiali facili da rimuovere e che trattengano il calore, ma non trascurare le dimensioni: quanto è grande il tuo cane? Entrerà comodamente con i cuccioli?

Munisciti di asciugamani e lenzuola puliti, ma anche di giornali: ne avrai bisogno durante la fase finale della gravidanza del cane. Se hai un cane che pesa più di 15 kg, posiziona delle barre sollevate da terra per fare in modo che sdraiandosi non soffochi i cuccioli.

Infine ricordati di utilizzare ciotole d’acqua o un deumidificatore per mantenere un’umidità del 65-70% e una lampada a radiazione o a raggi infrarossi per scaldare l’ambiente: i cuccioli quando escono saranno particolarmente sensibili alle temperature. Il controllo dell’ambiente è fondamentale per non rischiare di perdere i nascituri prima della crescita.

Come svezzare i cuccioli

Lo svezzamento è una fase fondamentale nella vita dei cuccioli di cane: è il momento in cui si allontanano dall’alimentazione materna per procedere – per il resto della loro vita – con quella autonoma. Solitamente è la mamma ad agevolare lo svezzamento dei cuccioli dopo circa 3-4 settimane dalla nascita. A volte ciò non è possibile per moltissime ragioni quindi bisogna agevolare naturalmente anche questa fase.

Ti accorgerai che è arrivato il momento dello svezzamento perché i cuccioli sviluppano un interesse per il cibo della mamma cane. Arrivati a questo punto possiamo integrare il latte che gli viene fornito con carne tritata ammorbidita nell’acqua e omogenizzati.

Nella fase dello svezzamentodel cane bisognerà poi iniziare a separare i cuccioli dalla mamma per un po’ di tempo ogni giorno per abituarli alla nuova condizione che li accompagnerà per tutta la vita. Quando inizieranno a spuntare i dentini il processo sarà più semplice perché sarà la vostra cagnolina ad allontanarli sempre più, riducendo le poppate.

Vaccinazioni

Le vaccinazioni dei cuccioli di canesi possono idealmente dividere in obbligatorie e consigliate. Il nostro consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un veterinario per avere un quadro più approfondito e soprattutto tarato sulla taglia e la razza dei vostri piccoli.

Le vaccinazioni obbligatorie del cane sono:

Tra le consigliate, invece:

  • La Rabbia del cane, che può essere trasmessa anche all’uomo;
  • La Tracheobronchite infettiva che di solito viene attaccata da altri esemplari che vivono in condizioni meno vantaggiose.

Come capire se un cane è incinta?

Per capire se un cane è incinta, dovrai osservare i sintomi e poi, una volta portata dal veterinario, sottoporla ad un test per essere certo che stia aspettando dei cuccioli e non sia vittima di una gravidanza isterica.

Quando può rimanere incinta un cane?

Un cane può rimanere incinta tra i sei mesi e un anno, purché abbia già avuto sanguinamento vulvare. Dopo il primo ciclo, entrerà in colore e sarà pronta per l’accoppiamento.

Cosa fare quando il cane è incinta?

Quando il cane resta incinta devi portarla subito dal veterinario per sottoporla ad esami specifici come ecografia e radiografia e per farti istruire sulle buone norme per la gravidanza e il successivo allattamento dei cuccioli.

Quante volte si deve accoppiare un cane per rimanere incinta?

Il cane può rimanere incinta anche la prima volta che si accoppia, ma è sempre consigliabile farlo almeno due a distanza di 48 ore.

Quanti cuccioli può fare una cagna in gravidanza?

La cagna in gravidanza può fare da un minimo di un cucciolo ad un massimo di quindici, a seconda della razza e della taglia; quelle più piccole, solitamente, ne fanno di meno.

Cosa dare da mangiare al cane in gravidanza?

Il cane in gravidanza deve osservare una dieta bilanciata. È importante che abbia una buona dose di proteine, di frutta e di verdura, oltre che di acqua, per nutrire adeguatamente sé stessa e il cucciolo.

Cosa dare da mangiare al cane dopo la gravidanza?

Il cane dopo la gravidanza dovrà fare attenzione all’alimentazione per non condizionare l’allattamento. Per maggiori informazioni contatta il tuo veterinario che ti indicherà il cibo migliore da somministrargli insieme a vitamine ed integratori.

Cosa dare da mangiare ai cuccioli?

Appena nati i cuccioli si nutrono del latte materno. Nella fase dello svezzamento, invece, potremmo integrare pian piano anche i cibi solidi come la carne macinata e ammorbidita con l’acqua.

Condividi l'articolo su:

CARTELlA CLINICA VETERINARIA

TIENI SOTTO COTROLLO LO STATO DI SALUTE DEL TUO ANIMALE CON  CON DOCTORVET. Ecco come funziona.

Una cartella clinica veterinaria facile da usare. Usala per monitorare lo stato di salute e mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

doctor vet cartella clinica veterinaria

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *