Guida all’igiene orale del cane – Detartrasi

da | Dic 2, 2018 | Malattie | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso

Il costo della detartrasi

Prezzo per la pulizia dei denti del cane

I costi di questa delicata operazione si aggirano intorno ai 100-130€ comprensivo di anestesia. I prezzi variano da veterinario a veterinario ma sopratutto possono variare dallo stato del tartaro e delle gengive del cane. E’ spesso necessaria una visita di controllo prima dell’intervento. Appena finita la pulizia dei denti si potrà tornare subito alle attività quotidiane. Sicuramente il veterinario ti consigliera croccanti, ossa, dentifricio e spazzolino per limitarne l’accumulo in futuro.

Detartrasi nel cane

Perché le gengive del cane si ammalano:

I disturbi gengivali sono le malattie infettive più comuni nei cani adulti.  Compaiono quando i batteri aderiscono alla superficie dei denti del cane, formando uno strato biancastro e appiccicoso, detto placca dentale, che attira le particelle di cibo. Se la placca non viene rimossa, nel giro di qualche giorno si indurisce fino a formare il tartaro (un deposito bruno e ruvido sul dente,composto per l’80% da sali inorganici, 40% calcio, 20% fosforo e 20% fra sodio, manganese, carbonato e fluoruro e per il 20% da varie altre sostanze).

I batteri presenti nella placca e nel Tartaro attaccano le gengive provocando infiammazione del tessuto gengivale, danneggiandolo e coinvolgendo anche le altre strutture di sostegno del dente (come i legamenti e l’osso) e  determinando infine la caduta del dente.

4 cani su 5  dopo i 3 anni di età soffrono di disturbi alle gengive. Malgrado questo il 90% dei proprietari pensano che i denti e le gengive dei loro cani siano sani.

alito-cattivo-nel-cane-detartrasi-pulizia-denti

la pulizia dei denti è un aspetto da tenere sempre a mente. Soprattutto in presenza di forte alitosi

Igiene dentale e gengivale del cane

Come capire i disturbi gengivali del tuo animale:

Anche se non è sempre facile individuare una malattia delle gengive, può essere molto utile controllare ogni giorno la bocca del cane. Se si riscontra uno dei seguenti sintomi,  è opportuno rivolgersi al veterinario per un accurato controllo orale. Per prevenire e curare la detartrasi, senza necessità di andare dal veterinario, si consigliano l’uso di spazzolini e dentifrici pensati appositamente per cani. E’ chiaramente un intervento di prevenzione; spesso quando il tartaro è in uno stato avanzato, purtroppo l’unica soluzione è quella di chiamare un veterinario per una pulizia dei denti – detartrasi.

E’ anche possibile prevenire la formazione massiccia di tartaro utilizzando croccanti e ossa appositamente studiate per questa specifica esigenza dentale e gengivale. Chiedi più informazioni al tuo veterinario. L’accumulo di tartaro può anche dipendere dal tipo di salivazione del cane, oltre ad un fatto alimentare.

Comportamento:

Spesso progressivi cambiamenti nel comportamento come: minore vivacità, socievolezza o voglia di giocare; possono essere interpretati semplicemente come sintomi della vecchiaia nell’animale. Potrebbero invece, essere dovuti a una malattia gengivale e alle sue complicazioni. Il cane sembra restio a farti avvicinare alla sua bocca? Anche questo può essere un segno di sofferenza ai denti e alle gengive. Puoi capire se il tuo cane ha problemi alle gengive se si comporta in modo strano mentre giocate, non usa più i denti per afferrare, fa fatica a mangiare cibo duro (come per esempio i croccantini). Quindi il tartaro può portare a soffrire di gengivite, alitosi, ascessi o altri tipi di disturbi del condotto orale. Il veterinario può facilmente curare questa situazione con una pulizia dei denti approfondita (detartrasi)

problemi gengivali

sintomi di una gengivite sono: assenza di gioco, non tira più con i denti, fatica a masticare cibi duri

Alitosi e Gengivite:

Se noti sintomi di alitosi nel cane, non esitare a contattare il tuo veterinario. L’alitosi quasi sempre è sintomo di una malattia gengivale. Spesso la detrartrasi è accompagnata da un’anestesia generale, infatti è da considerarsi proprio come un piccolo intervento chirurgico dalla durata di circa 1h – dipende dai casi. E’ possibile fare la detartrasi anche senza anestesia, ma è necessario il contenimento. La prima opzione è spesso quella più efficace per una pulizia dei denti approfondita.

spazzolino pulizia denti detartrasi

spazzolare i denti al cane è una buona abitudine per la prevenzione

Gengive che sanguinano:

Le gengive che sanguinano sono indice di malattia gengivale, in quanto i batteri contenuti nella placca aggrediscono il tessuto gengivale provocandone l’infiammazione e il sanguinamento. E’ forse il segnale più chiaro insieme ad una forte alitosi. Si consiglia pertanto una detartrasi periodica, sopratutto quando si superano i 3 anni di età

Consigli utili per i denti e le gengive del tuo cane:

  • Porta regolarmente il cane dal veterinario per un esame orale
  • Abitua il cane fin da cucciolo a farsi pulire i denti. Ricorda di utilizzare un dentifricio per cani che non contenga fluoruro
  • Se il cane già adulto, comincia a pulirgli i denti non appena sono stati trattati dal veterinario,  non è mai troppo tardi
  • Dai al cane solo giocattoli e cibo appositamente studiati per lui. Ossa, pietre, bastoni, frisbee, giocattoli duri in nylon, palle da tennis possono danneggiare i denti e le gengive ed essere pericolosi per la salute del cane.
  • Usare i bastoncini antitartaro.
  • Una corretta alimentazione è alla base di per prevenire modesti assembramenti di tartaro.

pulizia dei denti

controlla sempre lo stato dei denti e delle gengive del tuo cane

 

CARTELLA CLINICA
VETERINARIA

Tenere sotto controllo la salute del tuo animale non dovrebbe essere complicato. 

Sii un padrone diligente e scarica l’app gratuitamente