Ipoplasia Cerebellare nel Gatto, cause sintomi e cure

da | Lug 28, 2020 | Disabilità, Gatto | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

FAQ

Cos’è l’ipoplasia cerebellare nei gatti?

L’ipoplasia cerebellare è una condizione di sviluppo in cui il cervelletto del cervello non riesce a svilupparsi correttamente. Il cervelletto è la porzione del cervello che controlla le capacità motorie, l’equilibrio e la coordinazione. La condizione non è dolorosa o contagiosa.

Quanto vivono i gatti con ipoplasia cerebellare?

Sebbene i gatti con ipoplasia cerebellare richiedano un po ‘di cura in più, è probabile che vivano una vita piena . In realtà, vivono spesso nello stesso periodo di tempo dei gatti che non sono interessati.

L’ipoplasia cerebellare è dolorosa?

L’ ipoplasia cerebellare felina non è una condizione dolorosa , né è contagiosa. Fortunatamente, l’ ipoplasia cerebellare non peggiora nel tempo. Anche la condizione non migliorerà nel tempo. Tuttavia, la maggior parte dei gattini impara ad adattarsi con l’età e può vivere una vita sana e felice.

L’ipoplasia cerebellare può essere curata?

Non esiste un corso standard di trattamento per l’ ipoplasia cerebellare . Il trattamento dipende dal disturbo di base e dalla gravità dei sintomi. In generale, il trattamento è sintomatico e di supporto. Non esiste un corso standard di trattamento per l’ ipoplasia cerebellare.

Quali sono le cause dell’ipoplasia cerebellare?

Cosa lo causa? L’ipoplasia cerebellare si verifica più comunemente quando una gatta incinta viene infettata dal virus della panleucopenia felina e trasmette l’ infezione ai suoi gattini non ancora nati. Il virus della panleucopenia attacca preferibilmente le cellule in rapida divisione.
 

Cosa causa l’ipoplasia cerebbellare nei gatti?

I sintomi dell’ipoplasia cerebellare solito possono essere visti immediatamente alla nascita. L’ipoplasia cerebellare è più comunemente causata dalla madre del gattino che contrae il virus Panleucopenia durante la gravidanza. … I gatti con ipoplasia cerebellare sono spesso eutanizzati, poiché le persone fraintendono la condizione come dolorosa e / o contagiosa.
 
 

 

L’ipoplasia cerebellare felina

L‘ipoplasia cerebellare felina è un disturbo neurologico che si verifica quando il cervello di un gatto non si è sviluppato correttamente nell’utero. Questo disturbo è congenito, nel senso che è presente alla nascita. Un gatto con ipoplasia cerebellare ha un cervelletto sottosviluppato, una parte del cervello situata nella parte posteriore del cervello. Il cervelletto è responsabile del coordinamento, della consapevolezza spaziale e delle capacità motorie.

cervelletto, ipoplasia cerebbellare felina

In questa foto è evidenziato il cervelletto del gatto, parte del cervello imputata all’equilibrio e ai movimenti. foto presa da gatticani.it

Che cos’è l’ipoplasia cerebellare felina?

L’ipoplasia cerebellare felina non è in genere una condizione pericolosa per la vita, ma può avere un impatto negativo sulla qualità della vita del gatto a seconda della gravità e anche dell’età del gatto.

Segni di ipoplasia cerebellare nel gatto

I gatti con ipoplasia cerebellare hanno spesso problemi a camminare, correre, mantenersi in equilibrio, saltare e localizzare oggetti.

Spesso muovono la testa e appaiono traballanti quando si cammina. Alcuni allargano notevolmente gli altri per cercare di avere un’equilibrio, anche precario, con conseguente scivolamento delle zampe posteriori. Potrebbero avere difficoltà a concentrarsi sugli oggetti e ad avvicinarli con precisione, soprattutto quando si tratta di lettiere, ciotole d’acqua e piatti per alimenti. Per questo vanno comprese appieno le loro necessità.

malattia cerebbellare nel gatto

i segni dell’ipoplasia cerebbelare sono la mancanza di equilibrio e il movimento della testa del gatto, tipico di questa patologia. foto: wikihow

A che età si scopre l’ipoplasia cerebbellare nel gatto?

I segni di ipoplasia cerebellare sono generalmente rilevati per la prima volta quando il gattino inizia a camminare, in genere intorno alle 4-6 settimane di età. I casi di ipoplasia cerebellare felina vanno da lievi a gravi.

L’ipoplasia cerebellare felina non è una condizione dolorosa, né è contagiosa. Fortunatamente, l’ipoplasia cerebellare non peggiora nel tempo. Anche la condizione non migliorerà nel tempo. Tuttavia, la maggior parte dei gattini impara ad adattarsi con l’età e può vivere una vita sana e felice.  In molti casi, può sembrare che la condizione sia migliorata perché il gatto ha fatto un ottimo lavoro adattandosi su se stesso. Nei casi più gravi, il gatto potrebbe aver bisogno di molta assistenza durante il corso della vita. Questo però non significa che il gatto non possa avere comunque una buona qualità della vita.

Cause di ipoplasia cerebellare felina

Poiché l’ipoplasia cerebellare felina inizia nell’utero, un gatto può nascere con questa la condizione; non può essere contratta più tardi nella vita.

La causa dipendere dalla mamma gatta durante la gravidanza. Una gatta incinta può entrare in contatto con un virus (panleucopenia) o subire un trauma che colpisce i suoi feti. Se cosi dovesse essere, uno o più dei suoi cuccioli possono nascere con ipoplasia cerebellare.

In alcuni casi, l’ipoplasia cerebellare felina è semplicemente genetica / ereditaria. La causa esatta dell’ipoplasia cerebellare felina di solito non può essere determinata a meno che non vi sia un trauma noto o un’esposizione virale alla mamma gatta.

Diagnosi di ipoplasia cerebellare felina

Non esiste un semplice test per diagnosticare l’ipoplasia cerebellare nei gatti. Tuttavia, il veterinario può raccomandare una serie di test per escludere condizioni più gravi. Il veterinario probabilmente inizierà con le normali attività di laboratorio come analisi del sangue, emocromo completo e analisi delle urine. Questi test possono rivelare problemi metabolici, disfunzione d’organo o cellule anormali nel sangue o nelle urine.

Il tuo veterinario primario può indirizzarti a uno specialista veterinario, come un neurologo, per proseguire con i test. Il modo migliore per escludere altre importanti condizioni neurologiche è che uno specialista veterinario esegua una TAC o una risonanza magnetica.

La diagnostica avanzata non è sempre necessaria. Il veterinario potrebbe essere in grado di fare una diagnosi presuntiva in base ai sintomi del tuo gatto, quindi offrire opzioni per aiutarti a vivere una vita ugulmente meravigliosa.

Come prendersi cura di un gatto con ipoplasia cerebellare

Non esiste una cura per l’ipoplasia cerebellare felina. Purtroppo, l’ eutanasia può essere l’opzione più umana per i gatti con ipoplasia cerebellare molto grave. La buona notizia è che la maggior parte dei gatti con ipoplasia cerebellare da lieve a moderata possono condurre una vita relativamente normale con un piccolo aiuto extra dai loro proprietari.

I gatti con ipoplasia cerebellare devono sempre essere sterilizzati o castrati nel caso in cui le loro condizioni siano genetiche e possano essere tramandate.

Per la loro sicurezza, i gatti con ipoplasia cerebellare non dovrebbero mai essere autorizzati a uscire all’aperto. Le loro unghie dovrebbero essere tenute un po ‘più a lungo di quanto non li avresti tenuti sul gatto normale. Questo li aiuterà a guadagnare trazione sul terreno e sul pavimento.

I gatti con ipoplasia cerebellare faranno meglio con lettiere di grandi dimensioni, a condizione che sono facili sia per entrare che per uscire. Le rampe posizionate davanti a lettiere e mobili possono rendere molto più facile l’accesso dei gatti a queste aree. Per motivi di sicurezza, installa piccole protezioni sulle rampe per evitare cadute. Evita di dare un facile accesso a luoghi molto alti poiché è più probabile che questi gatti cadano. Contribuisci a creare trazione in presenza di pavimenti scivolosi appoggiando tappetini yoga o cuscinetti in lattice. Usa ciotole antisciovolo per cibo e acqua e mantieni una superficie antiscivolo davanti alle ciotole per far stare comodo il tuo gatto. Ampie ciotole per cibo e acqua potrebbero rendere più facile l’approccio e l’utilizzo delle stesse, per gatti affetti da questa patologia.

Assicurati di presentare con attenzione nuovi gatti e altri animali domestici al tuo gatto con ipoplasia cerebellare. Questi gatti possono certamente vivere con animali “normali”, ma possono essere più vulnerabili se gli animali non vanno d’accordo. Supervisiona tutte le interazioni fino a quando non sei sicuro che siano abituate l’una all’altra, quindi esesgui con cura i punti per introdurre un nuovo animale a casa. In generale, è meglio non lasciare un gatto con ipoplasia cerebellare da solo con un cane più grande. I cani, in particolare quelli con una maggiore preda, possono percepire il gatto come una preda in difficoltà e inseguire o attaccare per istinto. Questo non vale per tutti i cani, ma è bene tenere in considerazione questo punto di vista, proprio perchè richiama istintivamente il cane ad un determinato tipo di comportamento

Un gatto con ipoplasia cerebellare da lieve a moderata può essere più soggetto agli incidenti rispetto al gatto medio, ma c’è un’alta probabilità che il gatto possa imparare ad adattarsi e compensare le differenze e vivere una lunga vita felice. Un piccolo aiuto da parte tua farà moltissimo per innalzare la qualità della sua vita.

Se sospetti che il tuo gatto sia malato, chiama immediatamente il veterinario. Per domande relative alla salute, consulta sempre il tuo veterinario, poiché ha esaminato il tuo animale domestico, conosce la storia sanitaria dell’animale e può fornire le migliori raccomandazioni per il tuo animale domestico.

Condividi l'articolo su:

Iscrivi e tieni sotto controllo lo stato di salute del tuo animale.

Gestire la salute del tuo animale non dovrebbe essere compliato

L’obiettivo è fornirti un valido strumento così da poter mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *