Animali domestici nei centri di evacuazione

da | Ago 23, 2019 | Pronto Soccorso | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

Come gestire gli animali domestici nei centri di evacuazione

Durante un disastro, le persone e i loro animali vengono spesso spostati dalle loro case in rifugi di evacuazione. I rifugi di evacuazione cercano di fornire un ambiente sano e sicuro a tutti gli sfollati durante un disastro

Sfortunatamente, molti centri di evacuazione (come i centri di evacuazione della Croce Rossa) non ammettono animali domestici e altri animali. È importante fare piani che includano i tuoi animali domestici prima di un’emergenza in modo da poter identificare rifugi che accetteranno animali o alternative come membri della famiglia, organizzazioni di soccorso locali o gruppi di salvataggio.

Potenziali rischi per la salute

Ogni volta che animali e persone sono a stretto contatto, esiste il rischio di malattie e lesioni. Gli animali nei centri di evacuazione possono essere spaventati o stressati, rendendoli più propensi a mordere o graffiare i loro proprietari, altre persone o altri animali domestici.

Le condizioni affollate rendono più probabile la diffusione di alcuni germi tra animali e persone. Proprio per la necessità del caso può essere difficile fornire servizi igienici adeguati (come lo smaltimento di urina e feci) degli animali nei centri di evacuazione.

Inoltre, alcune persone possono essere allergiche agli animali domestici con pelliccia o piume e le allergie possono essere più gravi quando le persone non hanno accesso ai loro soliti farmaci allergici.

Come rimanere sani in un centro di evacuazione

Mantieni animali domestici sani

  • I proprietari di cani, gatti e furetti dovrebbero fornire prova della vaccinazione contro la rabbia quando entrano nel rifugio.
  • Tratta i cani e gatti per prevenire i parassiti intestinali. Questo è particolarmente importante per gli animali domestici di età inferiore a 6 mesi, si consiglia di gestire i cuccioli in un ambente separato.
  • Tratta cani e gatti con medicine per uccidere pulci e zecche come faresti normalmente in un canine o un gattile. Assicurarsi che il medicinale utilizzato sia adatto al tipo di animale da trattare. Cani e gatti hanno necessità diverse.
  • Se pensi che il tuo animale domestico potrebbe essere malato, parla con un veterinario.

Pratica una buona igiene

  • Lavarsi le mani regolarmente e sempre dopo aver toccato animali domestici, alimenti per animali domestici o articoli per animali domestici e dopo aver pulito i loro rifiuti. Aiuta e sprona i bambini a lavarsi le mani dopo aver interagito con qualsiasi animale.
  • Tenere gli animali lontano dalle aree in cui vengono preparati, serviti, consumati o conservati cibi e bevande.
  • Passeggia con i cani regolarmente al guinzaglio fuori dal rifugio nelle aree designate e pulisci sempre dopo gli animali domestici e raccogli feci. Feci ed urine possono essere un ricettacolo per diverse malattie. Previeni.
  • Pulire le lettiere per gatti almeno una volta ogni 24 ore.
  • Le donne in gravidanza dovrebbero evitare di toccare o pulire le lettiere per i gatti, se possibile. Se nessun altro può svolgere questo compito, le donne in gravidanza dovrebbero indossare guanti monouso e lavarsi le mani con acqua e sapone in seguito.
  • Non permettere ai bambini di età inferiore ai 5 anni di maneggiare rettili, anfibi o pollame.
  • Le donne in gravidanza non devono maneggiare roditori come criceti, gerbilli, ratti e cavie.
  • Non condividere cibo con animali domestici.
  • Non permettere agli animali domestici di leccarti il ​​viso.
  • Tieni gli animali domestici con pelliccia o piume separati dalle persone con allergie o asma che possono essere innescate da peli o piume.

Evitare morsi e graffi

  • Tenere gli animali domestici in gabbia o al guinzaglio per la propria sicurezza, nonché per quella delle persone e di altri animali.
  • Fare attenzione a evitare morsi e graffi. Se vieni morso o graffiato da un animale, pulisci immediatamente la ferita con acqua e sapone e parla con un operatore sanitario.
  • Sorvegliare sempre i bambini piccoli intorno agli animali, anche gli animali domestici di fiducia.

Le malattie si diffondono tra animali e persone

Sebbene il rischio sia generalmente ridotto, lo stress fisico, le condizioni affollate, l’esposizione alle acque alluvionali e l’acqua e gli alimenti contaminati possono aumentare il rischio che alcune malattie si diffondano tra animali e persone in un centro di evacuazione. Alcuni esempi includono:

La leptospirosi è una malattia batterica presente nelle urine di animali infetti che può causare danni ai reni nelle persone e colpire altri organi. Si diffonde attraverso il contatto con urina o acqua infetta, suolo e cibo che è stato contaminato con l’urina di animali infetti.

La psittacosi è un’infezione batterica che provoca polmonite e può diffondersi attraverso l’esposizione agli uccelli infetti. Spesso è meglio ospitare anche uccelli da compagnia, in particolare parrocchetti, pappagalli, uccelli innamorati e canarini lontano dalla popolazione generale dei rifugi.

La tigna è un’infezione della pelle causata da funghi che possono diffondersi toccando un animale o una persona infetti o superfici che hanno toccato. La tigna può causare un’eruzione cutanea simile a un anello e prurito negli animali domestici e nelle persone.

L’ infezione da Salmonella è causata da batteri che vivono nel tratto intestinale di molti animali. Rettili, anfibi, pollame da cortile e piccoli roditori come i porcellini d’India hanno comunemente versatogermi di Salmonella nelle loro feci. Nelle persone, l’infezione da Salmonella può causare diarrea, vomito, febbre e crampi addominali.

La toxoplasmosi , un’infezione causata da un parassita talvolta presente nelle feci di gatto, e il virus della coriomeningite linfocitica, un virus che può essere diffuso da alcuni roditori di animali domestici, possono entrambi causare difetti alla nascita se una donna incinta viene infettata.

Le malattie diffuse da pulci, zecche e zanzare possono diffondersi quando gli animali sono a stretto contatto con le persone. I morsi di pulci, zecche e zanzare possono irritare la pelle e diffondere malattie dannose sia per le persone che per gli animali.

Morsi e graffi

I morsi e i graffi degli animali possono causare non solo dolore, lesioni e danni ai nervi, ma anche infezioni. Le ferite da morso gravi richiedono cure mediche e talvolta un intervento chirurgico. Se un morso provoca un’infezione, potrebbe essere necessario trattare la persona con antibiotici, un richiamo del tetano o ricevere altre cure mediche.

Cani, gatti e furetti possono essere infettati dalla rabbia, una malattia mortale che colpisce il sistema nervoso, e diffonderla alle persone o ad altri animali attraverso i morsi. Se vieni morso da un cane, un gatto o un furetto in un centro di evacuazione, consulta immediatamente un medico veterinario per determinare se hai bisogno di una vaccinazione antirabbica.

Condividi l'articolo su:

Iscrivi e tieni sotto controllo lo stato di salute del tuo animale.

Gestire la salute del tuo animale non dovrebbe essere compliato

L’obiettivo è fornirti un valido strumento così da poter mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *