Cos’è lo starnuto inverso nel cane? Perché si verifica e cosa fare

da | Feb 26, 2022 | Cane | 0 commenti

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

Cos’è lo starnuto inverso nel cane? Perché si verifica e cosa fare

Lo starnuto inverso nei cani può sembrare una cosa allarmante per i padroni che non lo hanno mai sentito. In realtà è un comportamento naturale che non ha nulla di pericoloso.

Lo starnuto inverso o respirazione parossistica è un atto rumoroso di inspirazione forzata, a intervalli ravvicinati. Accade più nei cani che nei gatti ed è conseguenza di un fastidio al palato molle e faringe alla glottide, causato da diversi fattori, come fumo o polvere.

Tipicamente non ci sono veri e propri sintomi, proprio perché lo starnuto inverso non è una patologia e, sebbene non ci sia un trattamento veterinario specifico, esistono comportamenti e manovre che possono aiutare il nostro cane.

Perché (e quando) il cane fa lo starnuto inverso

Durante lo starnuto normale, il cane butta fuori l’aria, come durante il raffreddore. Nello starnuto inverso, invece, inspira dal naso in modo forzato.

Quando il palato molle di un cane si irrita, possono verificarsi gli starnuti inversi o “starnuti all’indietro”. Il palato molle di un cane è l’area muscolare della parte posteriore del palato che aiuta con la vocalizzazione, la deglutizione e la respirazione.

L’irritazione provoca uno spasmo del muscolo del palato molle, che poi restringe la trachea. Il cane cercherà di estendere il collo ed espandere il petto per respirare, ma la trachea ristretta non gli permetterà di inalare aria.

Per questo motivo, l’animale tenterà di respirare con forza attraverso il naso, facendo così uno starnuto inverso. Lo starnuto inverso crea un rumore forte, come se il cane stesse effettivamente inalando i propri starnuti, da qui il nome “starnuti inversi”. Di seguito mostriamo il video dello starnuto inverso di un cane, di modo che tu possa avere le idee più chiare.

I primi episodi di starnuti inversi del tuo cane possono spaventare se non l’hai mai sentito prima. Ecco perché è meglio farlo visitare da un veterinario, per determinare se si tratta semplicemente di uno starnuto inverso o di qualcosa di più preoccupante come tosse o soffocamento.

Se possibile, fai un video dell’episodio da mostrare al tuo veterinario e, se temi che il tuo cane possa soffocare, chiama immediatamente il veterinario. Sicuramente ti può essere di grande aiuto attivare la cartella clinica del cane messa a disposizione da DoctorVet: ti aiuta ad avere un maggiore controllo dello stato di salute del tuo cane e, se è necessario, a metterti in contatto con un esperto.

Causa dello starnuto inverso

Gli attacchi di starnuti inversi nei cani di solito durano solo circa 30 secondi o meno, e le cause non sono legate ad una patologia. I cani fanno gli starnuti inversi per lo stesso motivo per cui starnutiscono normalmente o tossiscono: espellere o reagire ad un fenomeno irritante.

Uno starnuto normale, infatti, aiuta a espellere un irritante dalla cavità nasale. La tosse, invece, aiuta a espellere le sostanze irritanti che si trovano più in basso, nella trachea. Uno starnuto inverso è il modo in cui il cane espelle un irritante che è nella rinofaringe, l’area vicino al palato molle.

Alcune possibili cause di irritazione del palato molle che provoca uno starnuto inverso includono:

  • Allergie;
  • Forti odori, come profumi, prodotti per la pulizia, deodoranti per ambienti;
  • Presenza di fumo;
  • Tirare forte il guinzaglio mentre cammina;
  • Sovreccitazione del cane;
  • Intolleranza all’esercizio;
  • Oggetti nella zona della gola come un corpo estraneo;
  • Acari nasali dovuti alla polvere;
  • Palato molle allungato.

Alcune razze sono più predisposte

La maggior parte dei fattori scatenanti gli starnuti inversi, non sono fisici o biologici. Tuttavia, i veterinari hanno notato che alcune razze sono più predisposte di altre e sono quelle che hanno una conformazione del naso meno proporzionata.

In questo insieme troviamo sia le razze brachicefale, con il muso schiacciato, sia razze con passaggi nasali stretti, tipicamente in presenza di nasi lunghi. Tra le razze di cane più predisposte ci sono:

  • Boxer
  • Carlino
  • Bull-Dog inglese e Bouledogue Francese
  • Shitzu
  • Shar-Pei
  • Cavalier King
  • cani di piccola taglia come Chihuahua, Pincher e Pechinese.

Anche i cani cosiddetti “toy” sono potenzialmente più predisposti, ma questo non esclude che anche cani di taglia grande o meticci possano presentarlo di tanto in tanto.

Sintomi starnuto inverso nel cane

Sebbene possa spaventare assistere a un episodio di starnuto inverso del cane, non è una condizione dannosa e non ci sono effetti negativi.

Generalmente per vedere se c’è qualcosa di atipico all’apparato respiratorio, si osservano sintomi legati alla respirazione, come frequenza (che però da sola non è significativa perché può variare a seconda dell’età del cane, del suo stato fisico, della temperatura e così via), rumorosità e atteggiamenti e posture che indicano difficoltà a respirare.

starnuto inverso - cane

Controllare la frequenza dello starnuto inverso. Contatta il tuo veterinario per aggiornarlo sul fatto.

Nel caso di starnuto inverso, il cane è completamente normale prima e dopo l’episodio. Tuttavia ci sono alcuni sintomi dello starnuto inverso, soprattutto di natura comportamentale:

  • il cane eseguirà inspirazioni rapide e lunghe;
  • si fermerà ed estenderà la testa e il collo;
  • produrrà un rumore, come un forte sbuffo, che potrebbe suonare come se il cane avesse qualcosa incastrato nel naso o nella gola.

Tipi di starnuto inverso: faringeo o laringeo?

Rispetto al rumore che il cane emette quando fa uno starnuto inverso, la Cambridge Veterinary School rivela che questo rumore può essere di due tipi:

  • Faringeo

causato dall’ispessimento del palato molle e tipico di cani che sono dei grandi russatori. In questo caso gli episodi di starnuto inverso non devono preoccupare troppo;

  • Laringeo

è un rumore stridulo, più acuto, simile al cosiddetto “respiro con fischio” o sibilo che è molto diverso dal classico russare. Si riscontra soprattutto in cane di razza Carlino e spesso indica la presenza di una patologia più seria, come il collasso tracheale.

Curare e prevenire lo starnuto inverso

Lo starnuto inverso non richiede farmaci o cure ed è in genere un processo abbastanza benigno del cane, purché non sia frequente.

Sicuramente se il tuo cane non ha mai avuto un episodio prima, è opportuno consultare un veterinario per assicurarti che si tratti effettivamente di starnuti inversi e non di qualcos’altro, come tosse, soffocamento o altre patologie a carico dell’apparato respiratorio.

In questi casi, il trattamento da applicare è quello di curare l’eventuale patologia alla base degli starnuti. Questo richiede una precisa diagnosi veterinaria per la quale saranno eseguite radiografie del torace e rinoscopia, cioè inserire una telecamera nella cavità nasale e nella gola. L’obiettivo è indagare la presenza di cause e anomalie come, per esempio, la presenza di polipi che dovranno essere rimossi chirurgicamente.

La terapia antinfiammatoria è invece la più comune terapia per lo starnuto inverso da forasacco. Se invece ci si trova in casi di starnuti inversi causati da allergia, il veterinario indagherà la causa scatenante e prescriverà lo specifico trattamento antistaminico.

Gli starnuti inversi che non hanno patologie sottostanti sono pressoché impossibili da evitare, poiché sono un meccanismo di difesa naturale dell’organismo. In ogni caso non esistono dei rimedi naturali per lo starnuto inverso.

In ogni caso, la prevenzione è sempre utile:

  • tieni la casa il più possibile priva di polvere e sporco;
  • conserva i prodotti chimici fuori dalla portata del cane e non farlo stare nella stessa stanza in cui li usi;
  • monitora la salute generale del cane con visite periodiche dal veterinario.

cane starnuto inverso

Gli starnuti inversi nei cani sono “normali” – una difesa naturale dell’organismo

Causa di starnuto inverso: il collasso tracheale lieve/grave

Come abbiamo già detto, lo starnuto inverso di solito non indica un grave problema di salute. Ci sono tuttavia altre cause con altri sintomi a cui è necessario prestare attenzione perché possono indicare qualcosa di più preoccupante, come nei casi di starnuto inverso continuo o di versi del cane particolari che possono far sospettare ad esempio la presenza di un tumore o il cosiddetto collasso tracheale.

Quest’ultimo è anche chiamato “verso d’anatra” proprio per via del rumore della tosse del cane che è simile al verso di questo animale.

I sintomi del collasso tracheali sono:

  • letargia;
  • inappetenza;
  • difficoltà respiratorie e affanno;
  • sanguinamento dal naso.

Il collasso tracheale è diverso dallo starnuto inverso. Possiamo dire che lo starnuto inverso è un sintomo del collasso tracheale. Questo, se diagnosticato in tempo e se si presenta in forma lieve sarà affrontato con una terapia antibiotica e cortisonica, che andrà a curare la tosse e le tracheiti causate del collasso parziale della trachea.

Il collasso tracheale grave, invece, non può essere trattato solo con terapie farmacologiche e potrebbe essere necessario un intervento chirurgico di tracheoplastica.

Cosa non fare quando il cane ha lo starnuto inverso

È bene sapere come comportarsi in caso di starnuto inverso del cane, ma anche cosa non fare assolutamente. Ricorda che in quel momento il cane è a disagio, forse anche spaventato, quindi innanzi tutto non bisogna agitarsi o alzare la voce. Tieni sempre a mente che lo starnuto inverso occasionale è del tutto normale.

Inoltre ti capiterà di leggere consigli tipo: tirare la lingua del cane verso fuori. Questa manovra non è da fare perché è rischiosa e perché crea ancora più stress e disagio nel cane.

starnuto inverso nel cane

Cerca di tranquillizzare il cane quando ha lo starnuto inverso. Solitamente dura pochi secondi. Controlla la sitauzione, non è una situazione di per se grave.

Starnuto inverso nel cane: come fermarlo?

Per il benessere del tuo cane, è importante che sappia cosa fare in caso di starnuto inverso. Sicuramente, la manovra migliore consiste nel massaggiargli delicatamente la gola, che lo aiuta nel rimuovere o lenire l’irritazione in quella zona.

Puoi anche coprire brevemente le narici del cane, per farlo deglutire schiarendosi la gola e trovando sollievo. il cane, il che aiuta a sbarazzarsi dell’irritante che ha causato l’episodio. Offrigli un po’ d’acqua: in pochi secondi non avrà più spasmi e starà meglio.

Ti chiederai quando devi preoccuparti per lo starnuto inverso del tuo cane. Ovviamente, se ti accorgi che il tuo cane soffre di starnuto inverso frequente non esitare a rivolgerti al veterinario.

Starnuto inverso nel gatto

Come abbiamo detto in partenza, nei gatti lo starnuto inverso è meno frequente. Tuttavia, quando si verifica ha le stesse caratteristiche, cause e sintomi di quello che si verifica nei cani. Anche nel caso di starnuto inverso nel gatto, occorre mantenere la calma e massaggiargli la gola per dargli sollievo, tappandogli le narici per un secondo.

FAQ – domande e risposte

Cosa fare quando il cane ha lo starnuto inverso?

Non agitarti, non strillare e non compiere manovre drastiche come tirare fuori la lingua del cane. Semplicemente massaggia delicatamente la gola del cane per dargli sollievo e chiudigli per un secondo le narici di modo che possa deglutire e calmarsi.

Dopodiché dagli da bere, gli spasmi passeranno e presto starà molto meglio.

Come curare lo starnuto inverso?

Il normale starnuto inverso non prevede una cura specifica, a meno che non sia sintomo di una patologia sottostante.

La frequenza dello starnuto e il rumore emesso dal cane possono dirti se è il caso di preoccuparti e andare dal veterinario. Lui indagherà le cause e prescriverà una cura a seconda della diagnosi: terapia antinfiammatoria o antibiotica in caso di infezioni, antistaminica se ci sono allergie, chirurgica in caso di polipi e così via.

Quanto dura lo starnuto inverso nel cane?

Gli attacchi di starnuti inversi nei cani di solito durano solo circa 30 secondi o meno. Potrebbero sembrare molto più lunghi a causa dell’agitazione del momento, ma bisogna mantenere la calma e monitorarli.

Se la durata dello starnuto inverso si protrae oltre un minuto o se la sua frequenza è elevata, è opportuno recarsi al più presto dal veterinario.

Come far passare lo starnuto inverso al cane

Nel momento preciso in cui il cane ha un attacco di starnuto inverso, puoi fare una semplice manovra: massaggiargli delicatamente la gola per dargli sollievo e chiudergli per un secondo il naso per farlo deglutire.

Se è provocato da altre patologie sottostanti, lo starnuto passerà con la corretta cura della patologia stessa.

Perché il cane tossisce come se avesse qualcosa in gola?

Se il cane tossisce come se avesse qualcosa in gola, non è da escludere che abbia davvero un corpo estraneo che gli impedisce una corretta respirazione.

Le cause, ovviamente, possono essere diverse, quindi conviene cercare di vedere se davvero il cane ha ingerito qualcosa. In linea di massima si raccomanda di togliere il corpo estraneo solo se è ben visibile e se siamo certi di poterlo rimuovere completamente.

In alternativa si può trattare di starnuto inverso, che se capita di rado è del tutto normale.

Cosa fare quando il cane tira su con il naso?

Se il cane tira su con il naso, magari facendo uno strano rumore, sei davanti ad un caso di starnuto inverso. Non è nulla di strano o pericolo, è solo il modo che il cane ha per rispondere ad un’irritazione che non gli permette di respirare bene dalla bocca: per questo usa il naso, facendo una specie di starnuto al contrario.

In questo caso, non agitarti e massaggia la gola del tuo cane, per farlo rilassare e lenire la sua irritazione. Se gli episodi sono prolungati o molto frequenti contatta il tuo veterinario per indagare la presenza di altre cause.

Condividi l'articolo su:

CARTELlA CLINICA VETERINARIA

TIENI SOTTO COTROLLO LO STATO DI SALUTE DEL TUO ANIMALE CON  CON DOCTORVET. Ecco come funziona.

Una cartella clinica veterinaria facile da usare. Usala per monitorare lo stato di salute e mantenere alta la qualità della vita del tuo migliore amico.

doctor vet cartella clinica veterinaria

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *