Alimentazione del gatto: come, quanto e quando deve mangiare

Ott 15, 2023 | Alimentazione, Gatto

Più risultati...

Generic selectors
Frase esatta
Cerca nei titoli
Cerca nel contentuto
Post Type Selectors
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categoria
Alimentazione
Cane
Comportamentale
Dermatite
Disabilità
Gatto
Life Style
Malattie
Marketing per Veterinari
Pronto Soccorso
Uncategorized

Alimentazione consigliata del gatto

L’alimentazione del gatto gioca un ruolo cruciale nel suo benessere e nella sua salute generale. Come carnivori obbligati, i gatti richiedono una dieta specifica che soddisfi le loro esigenze nutrizionali uniche. Questo articolo esplora in dettaglio le varie fasi della vita di un gatto – cucciolo, adulto e anziano – e come la loro dieta dovrebbe essere adattata per supportare al meglio la loro salute e il loro stile di vita.

I gatti, con la loro natura predatrice e le abitudini alimentari particolari, necessitano di un equilibrio di proteine di alta qualità, grassi, vitamine e minerali. La scelta tra cibo umido e secco, la gestione di una dieta casalinga e l’importanza di evitare cibi non adatti come il cibo per cani sono tutti aspetti fondamentali da considerare. Inoltre, è essenziale comprendere come condizioni specifiche, come la dermatite, possano essere influenzate e gestite attraverso la dieta.

Importanza di una dieta equilibrata

Una dieta equilibrata per il gatto deve includere un mix adeguato di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali. La quantità e la tipologia di cibo variano in base a fattori come età, razza, livello di attività e stato di salute del gatto. È importante consultare un veterinario per una dieta personalizzata.

Scegliere il cibo adatto

La scelta del cibo dipende dalle esigenze individuali del tuo gatto. Alcuni gatti potrebbero aver bisogno di cibo specializzato per problemi di salute, come allergie o sensibilità alimentari. Anche l’età del gatto influisce sulla scelta del cibo: i cuccioli, per esempio, necessitano di una dieta ricca di calorie e nutrienti per supportare la loro crescita.

Monitoraggio del peso

Mantenere il peso ideale del gatto è essenziale per prevenire problemi di salute come obesità o malnutrizione. Un controllo periodico del peso e delle condizioni fisiche del gatto può aiutare a regolare la dieta se necessario.

Per aiutarti a comprendere se stai andando nella direzione giusta, considera i “pesi forma ideali” dei diversi tipi di gatto:

  • Gatto di taglia piccola – peso compreso tra 2 e 4 kg.
  • Gatto di taglia media – peso compreso tra 4 e 6 kg.
  • Gatto di taglia grande – peso compreso tra 6 e 8 kg.
  • Gatto di taglia molto grande – peso superiore a 8 kg.

Il fabbisogno proteico di un gatto senza particolari necessari corrisponde ad un mero calcolo specifico. Bisogna considerare 70 grammi di proteine per 1000 kcal di energia metabolizzabile. Facciamo, quindi, una rapida moltiplicazione: Grammi di proteine = Kcal x 0,07.

Per dargli da mangiare sceglieremo intervalli di tempo prestabiliti per regolarizzare la sua routine, dividendo le quantità in base al numero di somministrazioni.

La scelta tra cibo umido o secco è molto personale: il consiglio è di non eccedere in un senso o nell’altro perché possono provocare poi problemi intestinali o renali. Una giusta dose di crocchette unite al cibo umido per favorirne l’idratazione saranno il mix vincente per il suo regime alimentare.

Il cibo casalingo è sicuramente da preferire rispetto a quello commerciale, per quanto questo sia indubbiamente più comodo. Nel caso in cui non avessi la possibilità di provvedere autonomamente: impara a leggere le etichette!

Secondo quanto stabilito dal regolamento CE 767/2009 tutti i marchi europei sono obbligati a riportare una tabella nutrizionale con ordine decrescente di presenza dell’alimento, cioè, dall’ingrediente che si trova in maggiore quantità a quello che rappresenta invece la percentuale minore. Consultala con attenzione e consultati con il tuo veterinario tramite l’app di Doctor Vet per sapere qual è la marca più giusta per il tuo felino.

 

doctorvet-cartella-clinica-veterinaria-gratuita

 CARTELLA CLINICA VETERINARIA

La cartella clinica consente di registrare e aggiornare informazioni importanti sulla salute del proprio animale, tra cui vaccinazioni, trattamenti periodici, diagnosi, prescrizioni, esami, referti e note cliniche. Attiva i promemoria per una gestione più facile ed efficace

 Il veterinario può aggiornare la cartella clinica con nuove informazioni, prescrizioni o terapie, analisi, esami e referrti,  consentendo una migliore gestione della salute dell’animale, anche tramite i pratici promemoria.

Scopri My.Doctorvet

Durante la fase di crescita, i cuccioli di gatto hanno esigenze nutrizionali specifiche per favorire lo sviluppo sano delle ossa, dei muscoli e del sistema immunitario. L’alimentazione dovrebbe essere ricca di proteine ​​di alta qualità per sostenere la crescita muscolare e di grassi essenziali per il corretto sviluppo del sistema nervoso. Inoltre, è importante garantire un adeguato apporto di minerali come il calcio e il fosforo per la formazione di ossa forti. Una dieta bilanciata e formulata appositamente per i cuccioli può contribuire a garantire che crescano sani e vitali.

Gli adulti gatti richiedono una dieta equilibrata per mantenere la salute e il benessere nel lungo termine. Una dieta completa e bilanciata dovrebbe fornire proteine di alta qualità per sostenere la massa muscolare, grassi essenziali per la salute della pelle e del pelo, e vitamine e minerali per mantenere la salute generale. È importante anche mantenere un adeguato apporto di acqua per prevenire problemi renali e urinari. Adattare la quantità di cibo in base al livello di attività e alla corporatura aiuta a mantenere il peso ideale e a prevenire l’obesità.

Gli anziani gatti possono avere esigenze alimentari diverse a causa di cambiamenti nel metabolismo e nell’attività fisica, nonché di condizioni di salute croniche come l’artrite o i problemi renali. Una dieta per gatti anziani dovrebbe essere facilmente digeribile e contenere proteine di alta qualità per prevenire la perdita muscolare. Integratori come gli acidi grassi omega-3 possono aiutare a mantenere la salute delle articolazioni e della pelle. Controllare il peso e adattare la dieta alle esigenze specifiche del gatto anziano può aiutare a garantire una qualità di vita ottimale.

Durante la gravidanza e l’allattamento, le gatte hanno bisogno di una dieta particolarmente ricca e nutriente per sostenere la crescita e lo sviluppo dei cuccioli. L’alimentazione dovrebbe essere ricca di proteine di alta qualità, grassi essenziali e calorie extra per soddisfare i crescenti bisogni energetici della madre e per la produzione di latte. È importante anche fornire una dieta bilanciata e ricca di vitamine e minerali per garantire una crescita sana dei cuccioli. Durante questo periodo critico, consultare il veterinario per pianificare una dieta adeguata può aiutare a prevenire carenze nutrizionali e a promuovere una gravidanza e un parto sani.

Cambio di alimentazione

Il cambio di alimentazione in un gatto richiede un approccio attento e graduale per salvaguardare la sua salute digestiva e ridurre lo stress. I gatti sono noti per essere particolarmente sensibili ai cambiamenti nella loro dieta, e un passaggio brusco può portare a disturbi gastrointestinali come diarrea o vomito.

Introduzione graduale del nuovo cibo

Quando si introduce un nuovo tipo di cibo, è consigliabile iniziare mescolando una piccola quantità del nuovo cibo con quello abituale. Questo permette al sistema digestivo del gatto di adattarsi lentamente ai nuovi ingredienti. Inizialmente, si potrebbe utilizzare una proporzione di circa 25% di cibo nuovo e 75% di cibo vecchio, e poi aumentare gradualmente la quantità del nuovo cibo nel corso di una settimana.

  • Osservazione delle reazioni: Durante questo periodo iniziale, osserva il comportamento e le feci del tuo gatto. Segni di disagio, come vomito o diarrea, potrebbero indicare che il cambiamento non sta andando bene.
  • Aumento progressivo del nuovo cibo: Se il gatto sembra tollerare bene il mix, aumenta gradualmente la quantità del nuovo cibo riducendo quella vecchia. Questo passaggio dovrebbe avvenire nell’arco di una settimana o dieci giorni, a seconda della sensibilità del gatto.
  • Monitoraggio costante: Continua a monitorare la salute del gatto, prestando attenzione a qualsiasi segno di intolleranza o allergia alimentare. Se noti problemi persistenti, è importante consultare il veterinario.
  • Importanza dell’idratazione: Durante il cambio di alimentazione, soprattutto se passi da cibo umido a secco, assicurati che il tuo gatto abbia sempre accesso a acqua fresca per favorire la digestione e l’idratazione.
  • Consistenza e frequenza dei pasti: Mantieni la stessa frequenza e consistenza dei pasti durante il processo di cambio. I cambiamenti improvvisi possono causare stress e confusione nel gatto.
  • Attenzione ai bisogni specifici: Se il tuo gatto ha esigenze dietetiche specifiche, per esempio a causa di età, condizioni di salute o livello di attività, tienile in considerazione durante il cambio di alimentazione. Il nuovo cibo dovrebbe soddisfare queste esigenze specifiche.
  • Feedback del veterinario: Un controllo dal veterinario prima e dopo il cambio di dieta può essere utile per assicurarsi che il nuovo cibo sia adatto e che il gatto mantenga una salute ottimale.

cibo secco e cibo umido

Il cibo secco (crocchette) e il cibo umido (scatolette) offrono vantaggi diversi per i gatti. Il cibo secco è conveniente, aiuta a mantenere i denti puliti e ha una lunga durata. Il cibo umido, d’altra parte, è spesso più appetibile e può essere migliore per l’idratazione e per gatti con specifiche esigenze dietetiche. La scelta tra cibo secco e umido dovrebbe basarsi sulle preferenze del gatto, sulle sue condizioni di salute e sulle raccomandazioni del veterinario.

Cibo secco (crocchette)

  • Praticità e conservazione: Le crocchette sono facili da conservare e hanno una lunga durata di conservazione. Questo le rende una scelta pratica per molti proprietari di gatti.
  • Salute dentale: Uno dei principali vantaggi del cibo secco è la sua capacità di aiutare a mantenere puliti i denti del gatto. Masticare crocchette aiuta a ridurre la placca e il tartaro.
  • Costo-efficienza: In genere, il cibo secco è più economico rispetto al cibo umido, rendendolo una scelta conveniente per l’alimentazione quotidiana.
  • Controllo delle porzioni e del peso: È più facile controllare le porzioni con il cibo secco, il che può aiutare a mantenere un peso sano nel gatto.

Cibo umido (scatolette)

  • Alto contenuto di umidità: Il cibo umido contiene più acqua, che può essere vantaggioso per l’idratazione, specialmente per i gatti che non bevono abbastanza acqua.
  • Appetibilità: Molti gatti preferiscono il gusto e la consistenza del cibo umido, rendendolo una buona scelta per gatti con appetito ridotto.
  • Facilità di ingestione: Il cibo umido è spesso più facile da mangiare, soprattutto per gatti anziani o con problemi dentali.
  • Esigenze dietetiche specifiche: Per gatti con specifici problemi di salute, come difficoltà digestive o malattie renali, il cibo umido può essere più appropriato a causa del suo alto contenuto di umidità e della sua facile digeribilità.

Alimentazione e idratazione

Accanto alla ciotola del cibo, dovrebbe sempre esserci una ciotola di acqua fresca e pulita, disponibile per il gatto. L’acqua dovrebbe essere cambiata frequentemente per garantire la sua freschezza.

Considerazioni per la scelta

Quando si sceglie il cibo per gatti, è importante considerare l’età e la taglia del gatto. Le diverse marche offrono crocchette formulate specificamente per le varie fasce di età e taglie. È importante optare per crocchette che contengano proteine di alta qualità provenienti da fonti come carne, pesce o uova, evitando prodotti con eccessivi riempitivi o conservanti. Inoltre, è fondamentale scegliere marchi affidabili e riconosciuti nel settore. Ricordiamo che una varietà e un equilibrio tra secco e umido è sempre consigliata. Tuttavia la decisione tra cibo secco e umido dovrebbe essere basata su vari fattori:

  • Preferenze del gatto: Ogni gatto ha le sue preferenze in termini di gusto e consistenza.
  • Condizioni di salute: Alcune condizioni di salute possono richiedere un tipo specifico di cibo.
  • Raccomandazioni del veterinario: È sempre consigliabile consultare un veterinario per ottenere consigli basati sulle specifiche esigenze del tuo gatto.
  • Bilanciamento nutrizionale: Indipendentemente dalla scelta, è importante che la dieta del gatto sia bilanciata e soddisfi tutti i suoi requisiti nutrizionali.

Cibi consigliati e cibi vietati per i gatti

Quali verdure può mangiare il gatto

Nell’ambito di una dieta bilanciata, è importante includere anche le verdure. Non tutte le verdure sono adatte ai gatti, ma molte possono offrire benefici nutrizionali significativi. Ecco alcune verdure sicure e salutari per il tuo gatto:

  • Barbabietola rossa: Ricca di acido folico, vitamine e minerali. Stimola l’appetito e regola la digestione. Da somministrare cotta e con moderazione.
  • Broccoli: Contengono vitamina C e fibre. Vanno somministrati leggermente cotti a vapore e in piccole quantità.
  • Carote: Fonte ricca di vitamina A e fibre. Possono essere date crude o cotte.
  • Cavoletti di Bruxelles: Ottimi per i gatti con moderazione, ma possono causare gas se nutriti troppo spesso.
  • Cetrioli: Spuntino ideale, soprattutto per i gatti che devono perdere peso. Ricchi di vitamine B1, K, C, rame, magnesio e potassio.
  • Cicoria e borragine: La cicoria è depurativa e disintossicante. La borragine è antiossidante e antinfiammatoria, utile per la salute del pelo.
  • Fagiolini: Ricchi di fibre e minerali essenziali. Possono essere dati tritati, al vapore o crudi.
  • Finocchi: Disintossicanti per fegato e reni, con effetti diuretici.
  • Lattuga: Romana, rucola e lattuga iceberg sono sicure, ma da somministrare in piccole quantità.
  • Patate e patate dolci: Buona fonte di fibre, beta-carotene e vitamine B6 e C. Da somministrare cotte, raffreddate, sbucciate e schiacciate.
  • Sedano: Ricco di vitamine A, B e C. Benefico per la salute del cuore del gatto.
  • Spinaci: Ricchi di vitamine A, B, C e K, ma da dare in piccole quantità a causa dell’alto contenuto di ossalati.
  • Zucca: Considerata un superalimento per i gatti. Può essere somministrata in vari modi.
  • Zucchine: Facilmente digeribili e basse in calorie, sono un ottimo complemento alla dieta.

Quale frutta può mangiare il gatto

La frutta può essere una parte salutare e gustosa della dieta del tuo gatto, offrendo vari benefici nutrizionali. Tuttavia, non tutta la frutta è adatta ai gatti, quindi è importante conoscere quelle sicure e come somministrarle. Ecco un elenco di frutta sicura per i gatti, con alcuni dettagli sui benefici specifici:

  • Albicocca: Ricca di potassio e beta-carotene. Rimuovi nocciolo, gambo e foglie prima di somministrarla.
  • Anguria: Idratante e ricca di vitamine. Rimuovi buccia e semi prima di darla al gatto.
  • Ananas: Benefico in piccoli pezzi, ricco di vitamina C e B6.
  • Arance: Sicure in piccole quantità, ma da somministrare con moderazione a causa dell’alto contenuto di zucchero.
  • Banane: Una buona fonte di potassio, ma da somministrare con moderazione per l’alto contenuto di zuccheri.
  • Fragole: Ricche di fibre, vitamina C e un basso contenuto di calorie. Vanno lavate accuratamente e servite in piccole quantità.
  • Kiwi: Ricco di vitamina C e fibre. Rimuovere la buccia prima di somministrarlo.
  • Lampone: Benefico per i gatti anziani grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, ma da somministrare in piccole quantità.
  • Mango: Un frutto sano e gustoso per molti gatti.
  • Mele: Ricche di vitamine A e C. Rimuovere i semi e il torsolo prima di somministrarle.
  • Melone: Fonte di vitamine A e C, da servire in piccoli pezzi.
  • Mirtilli: Sono un’altra fonte di antiossidanti e possono aiutare a migliorare la salute generale del gatto.
  • Mirtilli rossi: Benefici per la salute delle cellule e dei tessuti.
  • Papaya: Salutare e apprezzata dai gatti.
  • Pesche: Sono ricche di vitamine e fibre, ma è importante rimuovere il nocciolo prima di somministrarle al tuo gatto.
  • Pere: Buona fonte di fibre e vitamina C. Ricorda di togliere i semi.

Cibi proibiti e vietati per Gatti

La conoscenza degli alimenti che sono proibiti per i gatti è altrettanto importante quanto sapere quali sono salutari. Ecco una lista di cibi che dovrebbero essere evitati e alcuni consigliati.

  • Alcol: Può causare intossicazione, coma e morte nei gatti.
  • Avocado: Contiene persina, che può essere tossica per i gatti.
  • Caffè e caffeina: Contengono sostanze che possono essere tossiche, simili al cioccolato.
  • Cioccolato: Contiene teobromina, che è tossica per i gatti.
  • Cipolle e aglio: Dannosi per i globuli rossi del gatto, possono causare anemia.
  • Dolcificanti artificiali (come lo xilitolo): Possono causare ipoglicemia, convulsioni e insufficienza epatica.
  • Noci o frutta secca: Possono causare debolezza, depressione, vomito, tremori e ipertermia.
  • Uva e uvetta: Possono causare insufficienza renale nei gatti.

Approfondisci: cibi vietati per i gatti.

 

alimentazione gatto adulto

E’ consigliabile un’alimentazione varia tra cibo secco e cibo umido per il gatto. Segui sempre le indicazioni date dalla casa produttrice per non incorrere in sovrappeso ed obesità.

Tabella giornaliera delle dosi del cibo

Ogni gatto adulto ha le sue caratteristiche e il peso di ognuno dipende molto dall’età e dalle patologie che ha, volendo fare un bilancio generale sul cibo da somministrare, potremmo seguire la seguente tabella:

Peso del gattoRazione giornaliera 
sino a 2 kgda 120 a 160 gr
da 2 a 3 kgda 160 a 210 gr
da 3 a 4 kgda 210 a 260 gr
da 4 a 5 kgda 240 a 320 gr
da 5 a 6 kgda 250 a 360 gr

Gatti Cuccioli

I gattini hanno bisogno di più cibo per unità di peso rispetto ai gatti adulti, poiché stanno crescendo rapidamente.
Di solito, i gattini dovrebbero essere alimentati con cibo specifico per cuccioli, che è più ricco di nutrienti.
Una regola generale è di fornire loro cibo liberamente o dividere la razione giornaliera in 3-4 pasti.

Gatti Adulti

Per i gatti adulti, la quantità di cibo dipende dal loro peso e livello di attività.
Un gatto adulto medio (circa 4-5 kg) richiede generalmente tra 30 e 40 grammi di cibo secco al giorno.
Se preferisci il cibo umido, la quantità giornaliera raccomandata è di circa 250 grammi.

Gatti Anziani

I gatti anziani potrebbero avere bisogno di meno cibo rispetto ai gatti adulti, a causa della loro ridotta attività fisica.
È importante monitorare il peso del gatto anziano e regolare la dieta di conseguenza.

Gatti sovrappeso e sottopeso

Per i gatti sovrappeso, riduci gradualmente la quantità di cibo fino a raggiungere un peso sano.
Per i gatti sottopeso, aumenta la quantità di cibo o scegli un cibo più calorico, dopo aver consultato il veterinario.

Considerazioni speciali

Ricorda che queste sono linee guida generali e ogni gatto è unico.
È importante consultare il veterinario per una raccomandazione personalizzata, soprattutto se il tuo gatto ha esigenze dietetiche speciali o problemi di salute.

Monitoraggio e regolazione

Monitora il peso e la condizione fisica del tuo gatto regolarmente e regola la quantità di cibo di conseguenza.
Assicurati che il tuo gatto abbia sempre accesso a acqua fresca e pulita.

Frequenza dei pasti

La frequenza dei pasti è un altro aspetto importante dell’alimentazione del gatto. I gatti, per natura, preferiscono consumare piccoli pasti frequenti nel corso della giornata. Questo comportamento è radicato nel loro istinto di predatori, che in natura cacciano e mangiano piccole prede diverse volte al giorno. Assicurati che il tuo gatto abbia sempre accesso a acqua fresca e pulita, soprattutto se si nutre principalmente di cibo secco. Osserva il comportamento alimentare del tuo gatto e adatta la frequenza dei pasti alle sue preferenze e necessità. Ecco alcuni consigli su come gestire la frequenza dei pasti per il tuo gatto:

Gatti cuccioli

I gattini richiedono pasti più frequenti rispetto ai gatti adulti, generalmente 3-4 volte al giorno. Questo perché hanno uno stomaco più piccolo ma un fabbisogno energetico elevato per la crescita.

Gatti adulti

La maggior parte dei gatti adulti si adatta bene a 2 pasti al giorno. Tuttavia, alcuni gatti preferiscono avere accesso continuo al cibo, specialmente se si tratta di cibo secco.

Gatti anziani

I gatti anziani possono avere esigenze diverse a seconda del loro stato di salute e livello di attività. Potrebbero beneficiare di pasti più piccoli e frequenti, soprattutto se hanno problemi di digestione.

Come cambiare la frequenza dei pasti

Per cambiare la frequenza dei pasti, inizia gradualmente. Ad esempio, se vuoi passare da due a tre pasti al giorno, inizia aggiungendo un piccolo pasto intermedio. Monitora il comportamento e l’appetito del tuo gatto per assicurarti che si adatti bene al nuovo programma.

Come cambiare il tipo di cibo

Se decidi di cambiare il tipo di cibo (da secco a umido o viceversa), fai attenzione a introdurre il nuovo cibo gradualmente, mescolandolo con quello vecchio. Questo aiuta a prevenire disturbi digestivi e assicura che il gatto si abitui al nuovo cibo.

Alimentazione consigliata cuccioli

gatti cuccioli hanno un’alimentazione diversa rispetto agli adulti. L’alimentazione dei cuccioli di gatto è un aspetto cruciale che influisce sul loro sviluppo e sulla loro salute a lungo termine. Durante i primi mesi di vita, i cuccioli hanno esigenze nutrizionali specifiche che differiscono significativamente da quelle dei gatti adulti o anziani. Il regime alimentare dei gatti cuccioli prevede pasti leggeri e facili da digerire: pollo lesso, carote lesse, pasta molto cotta, pesce spinato. Puoi acquistare anche omogeneizzati specifici purché rispetti le seguenti regole:

  • Fino a 4 mesi: circa 5 pasti al giorno: lo stomaco del cucciolo è ancora piccolo e può ricevere solo piccole quantità alla volta.
  • Dai 4 ai 6 mesi: dovrai incrementare la quantità di cibo per la crescita, aggiungendo ad ogni pasto 10 grammi. Deve bere molta acqua (o integrare liquidi con cibo umido) e tenere sotto controllo il peso.
  • Dai 6 agli 8 mesi: dovrai mantenere le stesse quantità, suddividendole in soli 3 pasti al giorno: saranno all’incirca di 40/60 grammi ciascuna.

gattini appena nati dovrebbero pesare circa il 2-3% del peso della loro madre e aumentarlo pian piano, gradualmente.

Nutrienti essenziali

I cuccioli richiedono una dieta ricca di proteine di alta qualità per supportare la loro rapida crescita e sviluppo. È importante che la dieta includa anche un adeguato apporto di grassi, carboidrati, vitamine e minerali.

Cibo specifico per cuccioli

Si consiglia di alimentare i cuccioli con cibo specificamente formulato per questa fase della vita, che soddisfi le loro esigenze nutrizionali elevate. Questi alimenti sono generalmente più ricchi di nutrienti e calorie rispetto al cibo per gatti adulti.

Frequenza dei pasti

I cuccioli hanno bisogno di mangiare più frequentemente rispetto ai gatti adulti. Idealmente, dovrebbero essere nutriti 3-4 volte al giorno. Questo aiuta a fornire loro un flusso costante di energia e nutrienti necessari per la crescita.

Transizione dal latte alla dieta solida

I cuccioli iniziano a passare dal latte materno o da un sostituto adeguato al cibo solido intorno alle 4-6 settimane di età. La transizione dovrebbe essere graduale, iniziando con cibi morbidi o umidi facili da masticare.

Monitoraggio della crescita e dellasalute

È importante monitorare la crescita e lo sviluppo del cucciolo per assicurarsi che stia ricevendo una nutrizione adeguata. In caso di dubbi o problemi, è consigliabile consultare un veterinario.

Acqua fresca e pulita

Assicurati che i cuccioli abbiano sempre accesso a acqua fresca e pulita per rimanere idratati.

Evitare alimenti non adatti

Evita di dare ai cuccioli cibi non adatti a loro, come cibo per adulti, cibo per cani o alimenti umani che potrebbero essere nocivi. L’alimentazione corretta nei primi mesi di vita è fondamentale per garantire che i cuccioli di gatto crescano sani e forti. Una dieta ben bilanciata, specifica per la loro età e le loro esigenze, contribuirà a gettare le basi per una vita lunga e salutare.

 

alimentazione gatto cucciolo

Un cucciolo di gatto ha bisogno di pasti leggeri e facilmente digeribili. Piccoli pasti più volte al giorno.

Alimentazione consigliata gatto adulto

I gatti adulti richiedono una dieta bilanciata che supporti il loro stile di vita attivo e mantenga la loro salute generale. A differenza dei cuccioli, che necessitano di una dieta ricca per supportare la loro crescita, o dei gatti anziani, che possono richiedere cibi più facili da digerire, i gatti adulti hanno bisogno di un equilibrio nutrizionale che supporti il loro stile di vita attivo. Una dieta ben bilanciata per un gatto adulto dovrebbe fornire tutte le sostanze nutritive essenziali, in proporzioni adeguate, per mantenere il loro benessere fisico e mentale.

La dieta ideale per un gatto adulto deve includere una quantità adeguata di proteine di alta qualità, essenziali per la loro natura carnivora, oltre a grassi, carboidrati, vitamine e minerali. È importante anche considerare il peso e il livello di attività del gatto, per evitare problemi come l’obesità o la malnutrizione. Ecco alcuni aspetti chiave da considerare per l’alimentazione dei gatti adulti:

Bilanciamento nutrizionale

Una dieta equilibrata per un gatto adulto dovrebbe includere un mix adeguato di proteine di alta qualità, grassi essenziali, carboidrati, vitamine e minerali. Le proteine sono particolarmente importanti per i gatti, che sono carnivori obbligati.

Controllo del peso

Mantenere un peso sano è cruciale per prevenire problemi di salute come l’obesità. Monitora il peso del tuo gatto regolarmente e regola la quantità di cibo in base al suo livello di attività e al suo metabolismo.

Tipo di cibo

La scelta tra cibo secco e umido può dipendere dalle preferenze del gatto e da eventuali esigenze dietetiche specifiche. Alcuni gatti beneficiano di una combinazione di cibo secco e umido nella loro dieta.

Frequenza dei pasti

Molti gatti adulti si adattano bene a due pasti al giorno. Assicurati di stabilire una routine alimentare regolare per aiutare a mantenere il metabolismo del tuo gatto stabile.

Acqua fresca e pulita

L’accesso costante a acqua fresca e pulita è essenziale, soprattutto se il gatto consuma principalmente cibo secco.

Alimentazione consigliata gatto anziano

Man mano che i gatti invecchiano, le loro esigenze dietetiche e nutrizionali cambiano. I gatti anziani possono avere un metabolismo più lento, meno appetito e problemi di salute che richiedono una dieta specifica.

Non esiste uno specifico cibo mirato all’alimentazione di gatti anziani. Se il gatto è senza denti, sarà sufficiente inumidire con acqua calda le crocchette, oppure scegliere un mangime umido con la quantità di proteine corrette. Bisognerà calcolare il fabbisogno energetico moltiplicando il peso per 80, per avere le calorie necessarie al suo mantenimento. A questo valore andrà tolto il 20%, considerando che un gatto anziano non si muove come un gatto giovane. Il peso medio si aggirerà intorno ai 3kg, con oscillazioni possibili in base alle patologie in corso.

Riduzione del fabbisogno energetico

I gatti anziani tendono ad essere meno attivi, quindi potrebbero richiedere meno calorie per evitare l’aumento di peso. Una dieta con un contenuto calorico ridotto ma ricca di nutrienti essenziali è spesso consigliata.

Facilità di ingestione

I gatti anziani possono avere problemi dentali che rendono difficile masticare cibo duro. In questi casi, il cibo umido o le crocchette morbide possono essere più adatti. Assicurati che il cibo sia facile da masticare e inghiottire.

Controllo delle dondizioni di salute

Problemi come l’insufficienza renale, il diabete o le malattie cardiache sono comuni nei gatti anziani e possono richiedere diete speciali. Consulta il veterinario per una dieta specifica che tenga conto delle condizioni di salute del tuo gatto.

Alimenti ricchi di nutrienti

Assicurati che la dieta del tuo gatto anziano sia ricca di proteine di alta qualità, acidi grassi essenziali, vitamine e minerali. Gli integratori possono essere necessari per supportare la salute delle articolazioni, la funzione cognitiva e il benessere generale.

 

alimentazione gatto anziano

Esistono in commercio cibi specifici per gatti anziani. Il fabbisogno energetico varia in base alle fasi di vita dell’animale. Un gatto anziano ha bisogno di meno fabbisogno energetico, circa il -20%

Alimentazione gatta in gravidanza

La gatta, come la donna, ha bisogno di mantenere un’alimentazione equilibrata durante la gravidanza e l’allattamento. Dovrà nutrirsi di cibo ricco in grassi e proteine e idratarsi correttamente. A partire dall’ultimo terzo della gravidanza, poi, dovrà iniziare a prendere cibo specifico per i cuccioli che finirà per nutrire il suo latte.

Anche lo svezzamento e la vaccinazione sono delle fasi importanti con specifiche molto precise: ecco perché è importante chiedere sempre consiglio al proprio veterinario di fiducia.

La gravidanza è un periodo critico nella vita di una gatta, e richiede una particolare attenzione all’alimentazione. Durante la gravidanza, le esigenze nutrizionali della gatta aumentano significativamente per supportare la crescita dei cuccioli e mantenere la sua stessa salute. Ecco alcuni consigli per l’alimentazione di una gatta in gravidanza:

Alimentazione gatta dopo il parto

Dopo il parto, la cura e l’attenzione alla dieta di una gatta sono di vitale importanza. Questo periodo richiede un’attenzione particolare all’alimentazione, poiché la gatta non solo deve recuperare dallo stress fisico della gravidanza e del parto, ma deve anche produrre latte nutriente per i suoi cuccioli. Durante l’allattamento, il fabbisogno energetico e nutrizionale della gatta aumenta notevolmente. È fondamentale fornire una dieta che sia ricca in calorie e nutrienti, specialmente proteine di alta qualità e grassi essenziali, per supportare sia la madre che i cuccioli in crescita.

In questo periodo, la gatta può mostrare un appetito maggiore, spesso preferendo piccoli pasti frequenti che le consentono di mantenere l’energia costante durante il giorno. È importante che abbia libero accesso al cibo, preferibilmente un alimento formulato per gatte in gravidanza o cuccioli, che soddisfi le sue esigenze nutrizionali elevate. Inoltre, l’acqua gioca un ruolo cruciale: una buona idratazione è essenziale per una produzione di latte adeguata.

Aumento del fabbisogno nutrizionale

Durante la gravidanza, il fabbisogno energetico e nutrizionale della gatta può aumentare fino al 25-50%. È importante fornire una dieta ricca di proteine di alta qualità, grassi essenziali, vitamine e minerali.

Cibo di alta qualità

Opta per cibo di alta qualità, specificamente formulato per gatte in gravidanza o per cuccioli, poiché questi alimenti sono generalmente più densi dal punto di vista nutrizionale. Evita di ridurre la quantità di cibo, anche se la gatta sembra aumentare di peso, poiché il peso extra è normale e necessario durante la gravidanza.

Frequenza dei pasti

Man mano che la gravidanza avanza, la gatta potrebbe trovare più comodo mangiare piccoli pasti frequenti, soprattutto nelle fasi finali quando i cuccioli occupano più spazio nell’addome.

Monitoraggio della salute

Monitora la salute e il peso della gatta regolarmente per assicurarti che stia guadagnando il peso adeguato e non mostri segni di problemi di salute. Man mano che si avvicina il parto, la gatta potrebbe mangiare di meno. È importante assicurarsi che continui a mangiare e a bere, ma senza forzarla.

Post-parto

Dopo il parto, la gatta avrà bisogno di ancora più energia e nutrienti, soprattutto se allatta. Continua a fornirle cibo di alta qualità per gatte in gravidanza o cuccioli e assicurati che abbia sempre accesso a acqua fresca.

Alimentazione gatto sterilizzato o castrato

La sterilizzazione o castrazione di un gatto porta con sé una serie di cambiamenti significativi nel suo metabolismo e nelle sue esigenze nutrizionali, che richiedono un’attenzione particolare alla dieta. Questi cambiamenti possono influenzare il peso e la salute generale del gatto, rendendo cruciale una gestione attenta dell’alimentazione. I gatti sterilizzati o castrati tendono ad avere un fabbisogno calorico ridotto e possono mostrare un aumento dell’appetito, fattori che contribuiscono al rischio di sovrappeso o obesità.

Per mantenere il gatto in salute, è essenziale adottare una dieta bilanciata che fornisca tutti i nutrienti necessari, ma con un apporto calorico controllato. Di solito, si raccomanda di passare a cibi specifici per gatti sterilizzati, che sono formulati per soddisfare queste esigenze particolari. Inoltre, dividere la razione giornaliera in pasti più piccoli e frequenti può aiutare a controllare l’appetito del gatto e a mantenere un peso corporeo sano. L’esercizio fisico regolare è altrettanto importante; incoraggiare il gatto a giocare e a essere attivo può aiutare a prevenire l’aumento di peso. Infine, il monitoraggio regolare del peso e della condizione fisica del gatto è fondamentale.

Controllo del Peso

Dopo la sterilizzazione o castrazione, è fondamentale monitorare il peso del gatto per prevenire l’obesità. Potrebbe essere necessario ridurre la quantità di cibo giornaliera o passare a un cibo formulato specificamente per gatti sterilizzati, che ha un contenuto calorico inferiore.

Dieta Bilanciata

Assicurati che la dieta del gatto sia bilanciata e fornisca tutti i nutrienti essenziali, pur avendo un minor apporto calorico. Una dieta ricca di proteine e povera di grassi può aiutare a mantenere la massa muscolare e a ridurre l’accumulo di grasso.

Frequenza dei Pasti

Considera di dividere la razione giornaliera in pasti più piccoli e frequenti per aiutare a controllare l’appetito e il peso del gatto. Questo può anche aiutare a prevenire la tendenza a mangiare troppo in una sola volta.

Esercizio Fisico

Incoraggiare l’attività fisica regolare è importante per aiutare i gatti sterilizzati o castrati a mantenere un peso sano. Giocattoli interattivi, alberi per gatti e sessioni di gioco possono stimolare l’attività fisica.

Monitoraggio Regolare

Controlla regolarmente il peso e la condizione fisica del gatto per assicurarti che non stia guadagnando o perdendo troppo peso. Se noti cambiamenti significativi nel peso o nel comportamento alimentare, consulta un veterinario.

Acqua Fresca e Pulita

Assicurati che il gatto abbia sempre accesso a acqua fresca e pulita, poiché l’idratazione è essenziale per la salute generale e può aiutare a controllare l’appetito.

 

Alimentazione gatti con patologie

L’alimentazione medica per gatti con patologie [(parte 1) e (parte 2)] rappresenta un aspetto fondamentale del trattamento e della gestione delle condizioni di salute specifiche. Ogni patologia può avere esigenze nutrizionali diverse, e una dieta adeguatamente formulata può svolgere un ruolo cruciale nel supportare il processo di guarigione e nel migliorare la qualità della vita del gatto. Ad esempio, i gatti con malattie renali possono beneficiare di una dieta a basso contenuto di proteine e fosforo per ridurre lo stress sui reni, mentre quelli con problemi cardiaci potrebbero necessitare di cibi con ridotti livelli di sodio.

Inoltre, ci sono condizioni come il diabete, che richiedono un controllo rigoroso del livello di glucosio nel sangue, e quindi una dieta specifica che aiuti a regolare l’assunzione di zuccheri e carboidrati. Allo stesso modo, per i gatti con problemi gastrointestinali, possono essere necessari cibi facilmente digeribili o formulati per ridurre le reazioni allergiche o le intolleranze alimentari.

La consultazione con un veterinario o un nutrizionista veterinario specializzato è essenziale per determinare la dieta più appropriata per un gatto con patologie. Questi professionisti possono fornire raccomandazioni basate su una valutazione approfondita dello stato di salute del gatto, della sua storia clinica e delle sue esigenze nutrizionali specifiche. Possono anche consigliare cibi commerciali specializzati o aiutare a formulare una dieta casalinga equilibrata.

Alimentazione casalinga per gatti

L’alimentazione dei gatti è un aspetto fondamentale della loro cura e richiede un’attenzione particolare a ogni fase della loro vita. Per i cuccioli, è essenziale una dieta ricca di proteine e nutrienti per supportare la loro crescita e sviluppo. Questo significa pasti frequenti e cibo specificamente formulato per cuccioli. I gatti adulti, d’altra parte, richiedono un equilibrio nutrizionale che sostenga uno stile di vita attivo, con un’attenzione particolare al mantenimento di un peso sano. Per i gatti anziani, le esigenze cambiano nuovamente, spesso richiedendo cibi più facili da masticare e digerire, e una dieta che supporti la loro salute generale in età avanzata.

La sterilizzazione o castrazione porta cambiamenti nel metabolismo del gatto, rendendo cruciale la gestione del peso e la scelta di una dieta adeguata. Alimenti specifici per gatti sterilizzati o castrati possono aiutare a prevenire l’aumento di peso, mentre l’esercizio fisico regolare contribuisce a mantenere il gatto in forma. Per coloro che preferiscono l’alimentazione casalinga, è vitale assicurarsi che la dieta sia bilanciata e soddisfi tutte le esigenze nutrizionali del gatto, con un’attenzione particolare alla sicurezza alimentare e alla varietà degli ingredienti.

In ogni caso, sia che si opti per cibo commerciale o casalingo, l’importante è garantire che la dieta del gatto sia completa, bilanciata e adatta alla sua età, stato di salute e livello di attività. La consultazione regolare con un veterinario è fondamentale per assicurarsi che le esigenze nutrizionali del gatto siano soddisfatte e per apportare eventuali aggiustamenti alla dieta in base ai cambiamenti nella loro salute o stile di vita. Con una dieta adeguata e cura attenta, i gatti possono godere di una vita lunga, sana e felice.

Alimentazione commerciale per gatti

L’alimentazione commerciale per i gatti offre una soluzione pratica e bilanciata per soddisfare le loro esigenze nutrizionali. I cibi commerciali sono formulati per fornire un equilibrio di proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali, essenziali per la salute del gatto. Quando si sceglie il cibo commerciale, è importante considerare l’età, il peso, il livello di attività e le condizioni di salute del gatto. Per i cuccioli, ci sono formule specifiche che supportano la loro crescita rapida, mentre per i gatti adulti e anziani, ci sono cibi formulati per mantenere il loro benessere generale e gestire problemi di salute comuni come l’obesità o problemi renali.

Un vantaggio significativo del cibo commerciale è la sua convenienza e la consistenza nella qualità e nel contenuto nutrizionale. I cibi secchi, in particolare, sono facili da conservare e possono aiutare a mantenere la salute dentale del gatto. D’altra parte, il cibo umido, con il suo alto contenuto di umidità, è utile per l’idratazione e può essere più appetibile, specialmente per i gatti più anziani o con problemi di masticazione. È importante, tuttavia, leggere attentamente le etichette e scegliere prodotti di alta qualità che non contengano riempitivi inutili o additivi artificiali.

Nonostante la comodità del cibo commerciale, alcuni proprietari scelgono di integrare o sostituire con cibo casalingo o speciali diete formulate per esigenze specifiche. In ogni caso, la chiave è garantire che la dieta del gatto sia equilibrata e adatta alle sue esigenze individuali. La consultazione con un veterinario può aiutare a determinare la migliore opzione alimentare per il gatto, assicurando che riceva tutti i nutrienti necessari per una vita sana e attiva.

FAQ: Domande e risposte sull’alimentazione del gatto

 

Quanto dovrebbe mangiare un cucciolo in salute?

Un cucciolo di gatto in salute di taglia piccola dovrebbe mangiare circa 30-40 grammi di cibo umido o secco al giorno, mentre un cucciolo di taglia media o grande può consumare tra i 40 e i 80 grammi al giorno.

Quanto dovrebbe mangiare un gatto adulto in salute?

Un gatto adulto in salute di taglia piccola dovrebbe mangiare circa 30-40 grammi di cibo umido o secco al giorno, mentre un gatto di taglia media o grande può consumare tra i 60 e i 100 grammi al giorno.

 

Quanto dovrebbe mangiare un gatto anziano?

Un gatto anziano di qualsiasi taglia dovrebbe avere una dieta leggermente ridotta rispetto a quella adulta, quindi circa 25-35 grammi di cibo umido o secco al giorno per i gatti di taglia piccola e tra i 50 e i 80 grammi per i gatti di taglia media o grande.

Cosa dare da mangiare ad un gatto randagio?

I gatti randagi possono beneficiare di cibo umido o secco ad alto contenuto proteico e di alta qualità, preferibilmente fornito in piccole porzioni regolari per evitare sovraalimentazione e sprechi.

 

Quanto dovrebbe mangiare un gatto in gravidanza?

Durante la gravidanza, un gatto dovrebbe mangiare una quantità maggiore rispetto alla norma, aumentando gradualmente la razione giornaliera fino al 20-30% in più rispetto alla quantità abituale.

 

Quante volte deve mangiare un gatto iperattivo?

Un gatto iperattivo dovrebbe essere alimentato più frequentemente, preferibilmente in piccole porzioni distribuite durante l’arco della giornata, anche fino a 4-6 volte al giorno.

 

Meglio cibo secco o cibo umido per il gatto?

Entrambi i tipi di cibo hanno i loro vantaggi: il cibo umido può contribuire a un’adeguata idratazione, mentre il cibo secco può aiutare a pulire i denti del gatto. È meglio consultare il veterinario per trovare l’opzione migliore per il tuo gatto in base alle sue esigenze specifiche.

Qual è il cibo consigliato per un gatto sterilizzato?

Un gatto sterilizzato può beneficiare di una dieta a basso contenuto calorico e di grassi, con un’attenzione particolare alle proteine di alta qualità per mantenere la massa muscolare. Esistono cibi commerciali appositamente formulati per gatti sterilizzati che possono aiutare a controllare il peso e a prevenire l’obesità.

Quante ore devono passare tra un pasto e l'altro di un gatto?

Idealmente, dovrebbero passare circa 12 ore tra un pasto e l’altro per permettere al sistema digestivo del gatto di riposare e digerire completamente il cibo. I gatti sono abituati anche a fare piccoli e frequenti pasti.

 

Qual è la migliore alimentazione per il gatto?

La migliore alimentazione per il gatto dipende dalle sue esigenze individuali, compresa l’età, lo stato di salute e lo stile di vita. Tuttavia, una dieta bilanciata e completa, che fornisce proteine di alta qualità, grassi essenziali, vitamine e minerali, è fondamentale per la salute generale del gatto.

Come dosare umido e crocchette?

La quantità di cibo umido e crocchette dipende dalle preferenze del gatto, dalle sue esigenze nutrizionali e dal consiglio del veterinario. È importante bilanciare le due opzioni in modo da fornire al gatto una dieta completa e varia.

 
 
 

Quante volte al giorno dare da mangiare al gatto?

Generalmente, si consiglia di dare da mangiare al gatto almeno due volte al giorno per garantire un apporto costante di nutrienti e per evitare la fame eccessiva o la sovraalimentazione. Tuttavia, le esigenze individuali del gatto possono variare.

 

Come combinare cibo secco e umido gatto?

È possibile combinare cibo secco e umido per fornire al gatto una dieta varia e bilanciata. Si consiglia di consultare il veterinario per determinare la proporzione migliore in base alle esigenze specifiche del gatto.

 

Come gestire i pasti del gatto?

I pasti del gatto dovrebbero essere regolari e forniti in una zona tranquilla e priva di disturbi. È importante misurare le porzioni per evitare sovraalimentazione e obesità, e rimuovere eventuali resti di cibo non consumato dopo circa 30 minuti.

 

Cosa si può dare di fresco al gatto d’estate?

Durante i mesi estivi, è possibile offrire al gatto cibo fresco come carne magra cotta, pesce bianco senza spine, verdure croccanti come carote o cetrioli, e piccole quantità di frutta come mela o anguria. Assicurarsi sempre che il cibo sia sicuro e adatto al consumo felino.

doctor vet cartella clinica veterinaria

  • Il team di Doctorvet scrive e approfondisce le tematiche più sensibili e più importanti per aiutare i padroni e i proprietari di animali ad affrontare, insieme al veterinario, gli eventuali problemi di salute dei nostri pet.
  • Tutti gli articoli di Doctorvet sono revisionati da medici veterinari per assicurare un’ altissima qualità delle informazioni e combattere la mala informazione online, soprattutto in ambito medico-veterinario. 

Team di DoctorVet

Condividi l'articolo su: